Previsioni meteo, nel weekend più freddo e forte maltempo: nevicate in collina anche al Centro/Sud

Previsioni meteo per il weekend: l'Italia ancora alle prese con correnti instabili, questa volta più settentrionali e più fredde. Ecco le aree più coinvolte

Previsioni Meteo – Sta per aprirsi un altro periodo caratterizzato da instabilità più accesa e diffusa,  su gran parte del territorio, dapprima al Centro Nord, poi di più sulle aree centro meridionali nel corso del fine settimana. In questa sede, analizziamo il peggioramento atteso proprio nel weekend e che potrebbe protrarsi anche ai primi due giorni della prossima settimana. Va detto subito che il nuovo affondo subpolare, atteso da sabato 7 e che farebbe seguito a un altro vortice depressionario in azione, invece, tra giovedì 5 e venerdì 6, avrebbe, rispetto al primo, un taglio più meridiano, cioè raggiungerebbe il Mediterraneo e l’Italia in una traiettoria più Nord-Sud, quindi via via associato ad aria un po’ più fredda da Nord. La fase in cui si esplicherebbe con maggiore potenzialità dell’ennesimo vortice, sarebbe tra la giornata di sabato e il mattino di domenica.

 A dire il vero il nucleo instabile irromperebbe sul nostro bacino, attraverso inizialmente la porta del Rodano, già nella sera di venerdì e notte su sabato, apportando primi fronti instabili e a carattere via via  più freddo, soprattutto sul medio-alto Adriatico, sull’Emilia Romagna centro-orientale, sul Nord Appennino e sulla Sardegna centro-occidentale. Su questi settori inizierebbero già piogge e rovesci diffusi e anche prime nevicate intorno ai 1000 m inizialmente, poi fino a 800 m verso il mattino di sabato, in particolare sul Nord Appennino, sui rilievi romagnoli, emiliani, dell’alta Toscana, sui rilievi marchigiani e localmente sui rilievi interni della Sardegna. Nella notte, addensamenti e rovesci anche sul basso Tirreno, tra Ovest Campania, Calabria tirrenica e Ovest e Nord Sicilia. Fiocchi sui settori Alpini di confine fino a bassa quota. Ancora tempo buono sul resto del Centro Sud, sebbene con più nubi, e ancora meglio, anche con più schiarite, sul resto del Nord. 

Per la mattinata di sabato 7, molte nubi con piogge e rovesci sul Sud Est della Romagna, sulle Marche, Nordest Toscana, sull’Umbria, localmente su Centro Nord Lazio, Nord Abruzzo; altre piogge e rovesci diffusi su Centro Ovest Sardegna, Centro Ovest Campania, Ovest Lucania, Calabria tirrenica e su Ovest e Nord Sicilia. Nevicate mediamente a 600/900 m sui rilievi di questi settori appenninici, intorno ai 1000/1100 m su quelli della Sardegna. Ancora fiocchi fino a bassa quota su Alpi più a Nord, specie versanti esteri.

Nel pomeriggio-sera di sabato 7, rovesci e piogge diffuse su tutte le regioni del medio basso Adriatico,  sulle aree relative appenniniche, sul Lazio e piogge diffusi anche su Campania, Lucania, Calabria, Puglia e Sicilia, più deboli e irregolari sui settori ionici di queste ultime tre regioni. Possibili nevicate sul Centro Sud Appennino a quote variabili tra 700 e 1100 m. In serata, fiocchi a 5/700 m sui rilievi tra Centro Sud Marche, Est Umbria, Centro Nord Abruzzo e Reatino, nell’Est Lazio. Tempo buono e più asciutto sul resto dell’Italia. Ancora rovesci irregolari nella notte su domenica 7, sul medio e basso Adriatico, dal Sud delle Marche fino alla Puglia, e sui settori relativi appenninici. Altre piogge e rovesci localmente anche di media-forte intensità sui settori tirrenici della Calabria e sul Nord della Sicilia, locali rovesci, più deboli, sulle aree ioniche pugliesi e del Crotonese. Tempo asciutto e ampiamente soleggiato sul resto d’Italia. Temperature in ulteriore calo con venti più freddi settentrionali al Centro Sud e rischio di locali fiocchi tra Abruzzo, Molise, Daunia pugliese e Appennino lucano tra  500 e 1000 m.

Per la giornata di domenica, ancora piogge e rovesci sul Nord della Sicilia, localmente sulla Calabria tirrenica, su estremo Sud Puglia, Salento; migliora sul resto del Sud e tempo ampiamente soleggiato sul resto d’Italia. Temperatura in calo, abbastanza fredda soprattutto al Nord Est, sulle regioni adriatiche e appenniniche, per circolazione sempre settentrionale associata a venti  da Nord ancora sostenuti, specie al Centro Sud.

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: