Coronavirus, da uno studio arriva la conferma: bambini e under-19 hanno sintomi lievi o nulli

Tutta la popolazione pediatrica, indipendentemente dall'età, è meno a rischio: giovani e giovanissimi, nella stragrande maggioranza dei casi, riportano solo sintomi lievi

MeteoWeb

Che i bambini siano maggiormente protetti dal Coronavirus si era ben compreso: sviluppano per lo più solo sintomi lievi come febbre o tosse secca, o addirittura sono asintomatici. La conferma arriva ora dalla prima revisione sistematica di un vasto numero di casi clinici già pubblicati e rianalizzati da Amelia Licari dell’Università di Pavia. Pubblicata sulla rivista Jama Pediatrics, la revisione è partita da 815 studi pubblicati in Cina sul tema dell’infezione in pazienti pediatrici tra dicembre 2019 e marzo 2020. Un sottogruppo delle ricerche (18 studi) è stato infine esaminato, per un totale di 1065 pazienti analizzati (444 bambini sotto i 10 anni, 553 di eta’ compresa tra 10 e 19 anni), tutti casi confermati di SARS-CoV-2.

In base a quanto evidenziato, tutta la popolazione pediatrica, indipendentemente dall’età, è meno a rischio: giovani e giovanissimi, nella stragrande maggioranza dei casi, riportano solo sintomi lievi quali febbre, tosse secca, affaticamento, o sono addirittura asintomatici. Alla radiografia toracica la caratteristica più comunemente riportata è di ispessimento bronchiale e di opacità cosiddette ‘a vetro smerigliato’, spesso presenti anche nei pazienti asintomatici. Nella casistica esaminata figura solo un caso grave, quello di un bambino di 13 mesi.

Per quanto ne sappiamo – scrivono gli autori del lavoro – la nostra e’ la prima revisione sistematica di casi di covid-19 in pazienti pediatrici; la rapida diffusione del virus nel mondo – concludono – determina la necessita’ di condurre nuovi studi epidemiologici e clinici su questa popolazione di pazienti”.