Coronavirus, De Luca: la Campania “la prima regione d’Italia a uscire dal tunnel”

Coronavirus in Campania, De Luca è fiducioso: "Saremo la prima regione di Italia a uscire dal tunnel, se continueremo così"

MeteoWeb

Abbiamo registrato fino ad oggi un tasso di decessi, in relazioni alla popolazione, più basso in Italia insieme con Basilicata e Sicilia, ma abbiamo pagato un prezzo alto. Abbiamo salvato la Campania, avendo assunto decisioni due settimane prima del Governo“: lo ha affermato il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, nel suo punto settimanale sull’emergenza Coronavirus. La Campania “ha una densità di abitanti per chilometro quadrato in media di 430 abitanti, ma in alcune aree, come quelle costiere o vesuviane, anche mille e più, come Hong kong, la più alta di Europa. Non era facile, non era scontato, lo abbiamo fatto con un comportamento rigoroso e scelte difficili, ma anche con il senso di responsabilità dei nostri concittadini“. “C’è chi non perde il vizio di screditare la nostra immagine, non perdiamo tempo con queste miserie. Abbiamo dimostrato di essere modello efficienza amministrativa, di capacità operativa e concretezza“. “Saremo la prima regione di Italia a uscire dal tunnel, se continueremo così“.

Se dovessimo avere una corsa alla ripresa in alcuni regioni, quando non ce ne sono le condizioni, la Campania chiuderà i suoi confini“, ha proseguito De Luca. “Possiamo fare la corsa ad aprire tutto, le limitazioni pesano. Ma la cosa più drammatica sarebbe riaprire in maniera indifferenziata e poi dopo due settimane, il tempo di sviluppo del contagio, essere costretti a richiudere tutti. In questo caso non reggeremo e crollerebbe l’Italia. Una tragedia da evitare“. “Un conto è una ripresa in maniera ordinata e responsabile, un altro conto è il rompete le righe, liberi tutti”.