Il Coronavirus e l’estate in Italia: il relax? “Magari ad agosto, al mare o in montagna, senza plexiglass”

L'estate in Italia ai tempi del Coronavirus? "Potremo avere un nostro momento di relax, magari ad agosto, al mare o in montagna"

MeteoWeb

“Le decisioni sono frutto di uno studio e confronto da parte di professionisti e scienziati, capisco l’agitazione della popolazione, ma nello stesso tempo vedo anche che le decisioni sono prese da chi ha competenze specifiche per cui mi sento di potermi fidare. Non c’è improvvisazione, si cerca di avere una linea unitaria. Questo non vuol dire che dobbiamo abbassare la guardia, non è tutto finito ma neppure essere eccessivamente allarmati“: lo ha dichiarato, in un’intervista alla cronaca di Roma del ‘Messaggero‘, Marta Branca, direttore generale dello Spallanzani, riferendosi ai segnali incoraggianti che arrivano dai dati sull’epidemia di Coronavirus nel Lazio. “E’ chiaro che oggi tiriamo un sospiro di sollievo, ma non vuol dire liberi tutti, la curva può risalire. E’ bene che la popolazione abbia un senso di responsabilità e continui a mantenere le indicazioni sul distanziamento sociale, il lavaggio delle mani, l’etichetta in merito a tosse e starnuti, per non far risalire la curva. Gli organi preposti stanno facendo la loro parte, sperimentando nuove terapie farmacologiche, facendosi trovare pronti a un eventuale scenario che possa precipitare, insomma se continuiamo così presumibilmente si arriva a una possibile soluzione. Solo così si tornerà alla normalità, gradualmente“.
Sull’estate, Branca afferma: “Mi auguro che, se questa curva continua a scendere e questa epidemia tende a diminuire, potremo avere un nostro momento di relax, magari ad agosto, al mare o in montagna, senza plexiglass, in Italia, in modo che venga valorizzata“.

Come potrebbe essere l’estate ai tempi del Coronavirus, box in plexiglass tra gli ombrelloni: “Così garantiamo la sicurezza e facciamo ripartire il Paese” [FOTO]