Coronavirus, 75mila morti in Europa: l’80% delle vittime in Italia, Spagna e Regno Unito

In Spagna è stato registrato un nuovo aumento dei decessi collegati al Coronavirus: sono stati 619 nelle ultime, 24 ore, 109 più di ieri

MeteoWeb

Sono 75.000 le vittime del coronavirus in Europa, secondo un calcolo effettuato dall’agenzia France Presse che conferma che il Vecchio Continente continua ad essere il più colpito dalla pandemia. L’80% del totale dei morti è stato registrato in Italia, Spagna e Regno Unito.

In Spagna è stato registrato un nuovo aumento dei decessi collegati al Coronavirus: sono stati 619 nelle ultime, 24 ore, 109 più di ieri. Il totale delle vittime è 16.972. Allo stesso tempo si registrano 4.167 nuovi casi di contagio, il più basso dal 22 marzo. I malati sono in tutto 166.019.

La Germania ha registrato 121.368 casi confermati di coronavirus ed almeno 2679 morti: lo attesta un bilancio della Dpa elaborato sulla base dei dati forniti dai 16 lander. L’Istituto Robert Koch, che monitora le malattie infettive in Germania, stima che sono circa 60.200 i guariti, vale a dire quasi la metà delle persone finora contagiate. La regione con il maggior numero di casi è la Baviera, con 31.770 contagiati e 760 decessi, seguita dalla Reniana Nord Westfalia, con oltre 25.650 casi e 543 decessi ed il Baden-Wurtemberg con 23.900 infezioni e 641 decessi.