Coronavirus, l’immunologo Anthony Fauci: “Tra pochi mesi l’epidemia sarà sotto controllo, anche se la minaccia non sparirà”

Fauci ricorda che "tra un anno o poco più avremo un vaccino valido", e "tra pochi mesi l'epidemia di Coronavirus sarà sotto controllo"

MeteoWeb

Anthony Fauci, immunologo origini italo-americane, intervistato da Repubblica, racconta le sue giornate lunghe e laboriose e descrive anche il suo rapporto con il presidente, Donald Trump: “Il presidente ha uno stile tutto suo, lo sanno tutti. Quando gli parlo di questioni concrete, ascolta. Penso che abbia sempre capito la gravità della situazione. Ora che i numeri sono così alti si è reso conto di dover comunicare la gravitò della situazione. Il mio lavoro di scienziato d’altronde consiste nel riportare le informazioni corrette per permettergli di prendere decisioni sulle base dei fatti ma non posso intervenire sullo stile comunicativo del presidente“.
Fauci ricorda anche che “tra un anno o poco più avremo un vaccino valido“, e “tra pochi mesi l’epidemia sarà sotto controllo: anche se la minaccia del virus non sparirà, la sua virulenza non sarà intensa come ora. E’ importante che tutti capiscano che attenersi a comportamenti corretti in questo momento è cruciale“.

Fauci dichiara che “siamo in guerra. Penso che generali e leader in combattimento si sentano così. Ci sono molte cose da fare e ogni cosa è una goccia nel mare“.
Per quanto riguarda l’ipotesi di applicare una quarantena totale, Fauci afferma che “se la gente rispetterà le modalità di isolamento sociale otterremo un lockdown funzionale senza dover ricorrere a provvedimenti drastici come quelli adottati in Cina“.

L’uscita dall’emergenza, secondo Fauci, si vedrà quando assisteremo a “un ribaltamento drastico delle cifre e il numero dei contagi si avvicinerà allo zero. Dobbiamo però pensare a lungo termine. Il pianeta è grande e se controlleremo il virus qui, ma non in altri Paesi, quando abrogheremo le misure restrittive il rischio di una ripresa della pandemia sarà concreto. Per fortuna tra un anno o poco più avremo un vaccino valido“.