Coronavirus, negli USA già effettuati oltre 1,1 milioni di tamponi: “avremo tra 100 e 240 mila morti”. Trump: “2 settimane terribili, poi vedremo la luce”

Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti dagli Stati Uniti d'America

  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
  • Foto Getty
    Foto Getty
/

Negli Stati Uniti sono stati effettuati oltre 1,1 milioni di tamponi per il Coronavirus. Lo ha detto il vicepresidente Mike Pence nel briefing alla Casa Bianca sul Coronavirus. mentre gli esperti della task force Usa, Anthony Fauci e Deborah Birx, hanno spiegato che le misure di distanziamento sociale funzionano, come sta dimostrando il caso dell’Italia.

I modelli statistici illustrati oggi nel briefing della Casa Bianca sul Coronavirus prevedono che negli Usa possano morire da 100 mila a 200 mila persone, con un picco a metà aprile di oltre 2.000 persone al giorno. “Ma noi non accettiamo questi numeri e speriamo di contenerli, se agiamo tutti insieme rispettando le misure in atto“, ha detto Anthony Fauci, capo del National Institute of Allergy and Infectious Diseases. Il dato sui decessi “puo’ essere piu’ basso” se ognuno fa quello che deve fare, ha osservato la dottoressa Deborah Birx. “La nostra speranza e’ di tenere questo numero il piu’ basso possibile“, ha commentato il super virologo Anthony Fauci. Dai grafici proiettati, la forchetta oscilla esattamente tra le 100 mila e le 240 mila vittime. Senza misure, invece, le morti previste sarebbero tra 1,5 e 2,2 milioni.

Al momento negli USA sono 185 mila le persone contagiate, e 3.773 i morti. Il numero di tamponi effettuato, di gran lunga superiore a quelli dell’Italia, conferma quanto in Italia sia sottostimato il numero dei reali contagiati per l’esiguo numero di test effettuati.

Voglio che tutti gli americani siano preparati per i giorni difficili che ci attendono“, “attraverseremo due settimane molto difficili“, “ci sarà la luce alla fine del tunnel ma saranno due settimane molto dolorose“. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nel corso del briefing sul Coronavirus alla Casa Bianca. “E’ assolutamente fondamentale per il popolo americano seguire le linee guida per i prossimi trenta giorni, è una questione di vita o di morte” ha aggiunto Trump, parlando delle linee guida federali sul distanziamento sociale.