Coronavirus: per chi esce dalla terapia intensiva “cicatrici e problematiche per tutta la vita”

Coronavirus, Gallera: "Oggi i dati sono fortunatamente in miglioramento, ma tante sono ancora le persone nei nostri ospedali

MeteoWeb

Il Coronavirus è “un virus cattivo che crea problemi soprattutto alle categorie più fragili. Questo è il dramma che stiamo vivendo. Oggi i dati sono fortunatamente in miglioramento, ma tante sono ancora le persone nei nostri ospedali, la pressione sulle terapie intensive si riduce ma sono comunque ancora piene“, ha spiegato l’assessore al Welfare Giulio Gallera, in collegamento con Mattino Cinque. “Peraltro tutti ci dicono che le persone che usciranno o sono uscite dalla terapie intensive hanno bisogno di un lungo periodo di riabilitazione e probabilmente manterranno cicatrici sui polmoni e altre problematiche per tutta la vita“. Dunque queste persone “andranno seguite. Ci riconvertiremo tutti, da ora in poi ci dovranno essere le massime precauzioni per tutti in fase di triage, avere più spazi per le riabilitazioni polmonari, capire i bisogni a domicilio e che cronicità si stanno andando a creare“.