Coronavirus, Pregliasco: “A fronte di un paziente con sintomatologia, c’è l’esigenza di insistere con i tamponi”

"A fronte di un paziente con una sintomatologia Covid, c'è l'esigenza di insistere con i tamponi, e ripeterli", se precedenti risultati mostrano negatività

MeteoWeb

In merito alla problematica secondo la quale i tamponi possono dare risultati falsi negativi, l’esame “è molto preciso dal punto di vista dell’esecuzione di laboratorio ma il momento del prelievo è molto variabile“, ha spiegato il virologo dell’Università di Milano Maurizio Pregliasco, durante la trasmissione Agorà su Rai 3. “Purtroppo, quindi, a fronte di un paziente con una sintomatologia Covid, c’è l’esigenza di insistere con i tamponi, e ripeterli“, se precedenti risultati mostrano negatività.
In riferimento ai bambini, l’esperto ha spiegato: “Dallo studio condotto a Vo’ Euganeo, sembra che i famigliari malati non abbiamo contagiato i bimbi. Ancora non è chiaro come, ma i bimbi riescono a rispondere meglio al virus, un po’ come per la mononucleosi che, se contratta da piccoli non causa malattia ma più avanti può provocare complicanze“.