Coronavirus, ieri un piccolissimo segnale di grande importanza: “E’ una buona notizia, possiamo gioire”

Coronavirus, Variati: "Possiamo gioire delle buone notizie, mentre continuiamo tutti a fare ciò che dobbiamo perché la ripartenza sia sicura, reale, duratura"

MeteoWeb

Ieri, per la prima volta, il numero degli italiani attualmente malati di Covid-19 e’ diminuito. Una diminuzione piccolissima, di sole 20 unita’, pari a -0,02%. Ma nondimeno una buona notizia, specie considerando che il tasso di crescita dei malati nel nostro Paese e’ in discesa stabilmente da settimane“: lo afferma il sottosegretario all’Interno Achille Variati. “Basti pensare che al 22 marzo, data del decreto ‘Chiudi Italia’, i casi attivi crescevano di quasi il 10% al giorno; al 9 marzo, quando e’ stato firmato il decreto ‘Io resto a casa’, la percentuale di crescita quotidiana era addirittura del 25%. Il contagio e’ rallentato, e molto; la curva si sta appiattendo, stiamo iniziando la discesa. I risultati che vediamo significano che le misure restrittive decise dal governo, aspre e difficili, sono servite e stanno dando frutto. E questo grazie alla collaborazione di tutti. Ora che si avvicina la fase 2, e’ fondamentale non sbagliare passo. È chiaro che si deve cercare di ripartire prima possibile, con il lavoro, con le attivita’ commerciali, con l’impresa, con le nostre liberta’. Ma bisogna farlo nel modo giusto, per evitare che il virus torni a infuriare: una risalita non controllata dei contagi sarebbe un disastro, sanitario e sociale ed economico. Alla fine di questa settimana il Governo diffondera’ le linee guida per la ripartenza. Dobbiamo, tutti, continuare a esercitare pazienza e responsabilita’. Ricordandoci che il nostro Paese e’ stato colpito molto piu’ duramente di quasi tutti gli altri da questa terribile epidemia. Possiamo gioire delle buone notizie, mentre continuiamo tutti a fare cio’ che dobbiamo perche’ la ripartenza sia sicura, reale, duratura“.