Il Deserto del Namib dallo spazio: è il più antico della Terra [FOTO]

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sopra parte del Deserto del Namib, nella Namibia occidentale: è il più antico del mondo

MeteoWeb

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sopra parte del Deserto del Namib, nella Namibia occidentale. Con i suoi 55 milioni di anni, il Namib è considerato il deserto più antico della Terra”, riporta l’Agenzia Spaziale Europea.

“In questa immagine, acquisita il 27 ottobre 2019, è visibile una grande porzione del Parco Nazionale di Namib-Naukluft. Il parco copre un’area di quasi 50.000 kmq ed include parte del Deserto del Namib e dei Monti Naukluft ad est. Le diritte linee bianche visibili alla destra dell’immagine sono strade che collegano il Parco Nazionale di Namib-Naukluft con altre parti della Namibia.

L’attrazione principale del parco è il Sossusvlei – una depressione naturale di sale e terracotta visibile al centro dell’immagine. Il brillante fondo bianco di questa pozza contrasta con le dune color rosso ruggine che lo circondano.

Il Sossusvlei funge da bacino endoreico per il fiume Tsauchab – un fiume effimero che fluisce da est. A causa del clima secco del Deserto del Namib, il fiume raramente scorre fino a questo punto, per cui il bacino rimane solitamente asciutto nella maggior parte degli anni. In passato, l’acqua del fiume Tsauchab ha raggiunto la costa atlantica, 60 km più avanti.

Le dune presenti in questa zona sono tra le più alte al mondo. La più alta, soprannominata ‘Big Daddy’ si erge a circa 325 metri. Le dune che si affacciano sulla valle del fiume sono chiamate dune stellari e si formano a causa dei venti che soffiano in più direzioni, creando lunghe ‘braccia’ che puntano verso la valle da entrambi i lati.

Queste dune contrastano con le dune color zafferano visibili nel Mare di Sabbia del Namib, appena a sud del Soussusvlei. Il mare di sabbia è costituito da due strati di dune, uno sopra l’altro. La formazione del mare di sabbia più antico esiste da almeno 21 milioni di anni, mentre la sabbia più giovane e più in cima esiste da circa 5 milioni di anni. Qui le dune si sono formate dal trasporto di materiali da migliaia di chilometri di distanza, trasportati dal fiume, dalla corrente oceanica e dal vento.

Il Mare di Sabbia del Namib è l’unico deserto costiero al mondo che contiene vasti campi di dune influenzati dalla nebbia – la principale fonte di acqua per il Mare di Sabbia del Namib. La foschia è visibile nella parte in basso a sinistra nell’immagine, con gli ultimi residui di nebbia provenienti dall’Oceano Atlantico.

Copernicus Sentinel-2 è una missione composta da due satelliti per fornire la copertura e la fornitura di dati necessari per il programma europeo Copernicus. Questa immagine fa parte del programma video Earth from Space”, conclude l’ESA.