Previsioni Meteo Aeronautica Militare: domani breve peggioramento e calo termico

Previsioni Meteo: il bollettino dell'Aeronautica Militare, tutti i dettagli per la giornata di domani 14 Aprile 2020

MeteoWeb

Il Servizio Meteo dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni per la giornata di domani, 14 Aprile 2020.

Al Nord: nuvolosità irregolare a tratti intensa su Emilia-Romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia con precipitazioni sparse, localmente anche a carattere di rovescio su alta pianura veneta e Friuli-Venezia Giulia. Dal pomeriggio attesi ampi rasserenamenti, ad eccezione delle zone montuose del Veneto dove permarranno degli addensamenti compatti fino a sera; sul resto del nord cielo sereno o poco nuvoloso, salvo annuvolamenti compatti sulle Alpi al mattino. Dalla sera aumento della copertura nuvolosa sui rilievi alpini e prealpini di nord-ovest e del Trentino con associati isolati rovesci. Centro e Sardegna: molte nubi sulle regioni peninsulari con precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio. Dal pomeriggio graduale diradamento della nuvolosità e attenuazione dei fenomeni a partire da Toscana, Umbria e Lazio centrosettentrionale. Possibili debolissime nevicate sull’Appennino abruzzese generalmente al di sopra dei 1300 metri; sulla Sardegna annuvolamenti compatti sull’area centro-orientale con associate piogge sparse. Sul resto dell’isola ampi e persistenti rasserenamenti per l’intera giornata. Sud e Sicilia: al mattino su Sicilia e Calabria meridionale nuvolosità medio-alta, più consistente sulle relative zone montuose ed interne con associate locali piogge. Dal pomeriggio rapida attenuazione dei fenomeni e diradamento della copertura nuvolosa; altrove molte nubi con precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio sulle aree adriatiche; attenuazione dei fenomeni nottetempo. Temperature: minime in aumento sulla pianura padana orientale, sulla Toscana, aree costiere tirreniche, Calabria, Sicilia e Sardegna, stazionarie o in lieve aumento sulle Alpi occidentali, Molise, Basilicata e Puglia, stazionarie altrove; massime in diminuzione su Triveneto, Alpi e Prealpi lombarde, Emilia-Romagna orientale, Regioni centrali peninsulari, Molise, Puglia, zone montuose campane, Basilicata e Sardegna occidentale, marcata lungo le coste adriatiche, in aumento sul resto del paese. Venti: deboli occidentali sulla pianura padana ma con una rapida intensificazione e rotazione da est a partire dalla tarda mattinata, con raffiche fino a burrasca forte, specie lungo le aree costiere; deboli variabili al centro-sud peninsulare, tendenti a ruotare da est e ad intensificarsi nel pomeriggio, con raffiche più intense su coste adriatiche, appennino, arcipelago toscano, coste toscane e dell’alto Lazio; moderati da sud sulla Sicilia con rinforzi sull’area occidentale e restante tirrenica, tendenti a ruotare da nord e ad attenuarsi dal pomeriggio; deboli settentrionali sul resto del settentrione e sulla sardegna, con locali rinforzi su liguria e bocche di Bonifacio. Mari: generalmente da mossi a molto mossi, ma con tendenza ad attenuazione in serata su mare e canale di sardegna e contestuale intensificazione fino ad agitato su mar Adriatico settentrionale.