Dalla Superluna più grande dell’anno alle congiunzioni: cosa ci riserva il cielo di Aprile 2020

Il cielo del mese di Aprile 2020: eventi e appuntamenti da non perdere

MeteoWeb

Aprile è il 4° mese dell’anno secondo il calendario gregoriano e il 2° mese della primavera nell’emisfero boreale (dell’autunno nell’emisfero australe). Scopriamo quali eventi astronomici ci riserva.

Il Sole si trova nella costellazione dei Pesci fino al 19, poi passa nella costellazione dell’Ariete.
La durata del giorno aumenta di circa 75 minuti dall’inizio del mese.

La Luna è in fase di Primo Quarto l’1, Plenilunio l’8, Ultimo Quarto il 15, Novilunio il 23, Primo Quarto il 30.
Il nostro satellite naturale raggiunge il punto più vicino alla Terra lungo la sua orbita il 7 (perigeo, 356908 km), ed il punto opposto il 20 (apogeo, 406461 km).
In considerazione del fatto che il perigeo viene raggiunto a poche ore di distanza dal Plenilunio, la Luna Piena dell’8 Aprile è una Superluna: è la più vicina (sembrando dunque più grande) di tutto l’anno. L’osservazione è consigliata nella notte tra il 7 e l’8 aprile, e sarà sufficiente puntare lo sguardo in direzione della costellazione della Vergine, sull’orizzonte sud-sudovest.
Poiché la data della Pasqua è fissata alla prima domenica dopo il plenilunio successivo all’equinozio di primavera, quest’anno cadrà dunque il 12 aprile.

sistema solarePer quanto riguarda i pianeti, Mercurio è difficilmente osservabile, in quanto si trova molto basso sull’orizzonte orientale e sorge poco prima del Sole. Venere tramonta 4 ore dopo il Sole, e si può ammirare in direzione ovest. Marte è visibile prima dell’alba a sudest. Giove si può ammirare nelle ultime ore della notte, così come Saturno. Urano è inosservabile, mentre Nettuno si può scorgere (per mezzo di telescopio), basso sull’orizzonte est.

Congiunzioni: Luna-Giove-Saturno il 15; Luna-Marte il 16; Luna-Venere il 26.

In riferimento alle costellazioni, pian piano il cielo invernale lascia spazio a quello estivo.
A Nord troviamo come sempre l’Orsa Maggiore, Cassiopea e la costellazione di Cefeo.
Poco dopo il tramonto possiamo ancora ammirare Orione, Toro e Gemelli, mentre ad est si iniziano a intravedere gli astri che domineranno la scena nei prossimi mesi.
Nella prima parte della notte tramontano Toro e Gemelli, a sud possiamo osservare inizialmente Cancro, Leone e Vergine, e successivamente, a sudest anche Bilancia e Scorpione.