Astronomia, gli eventi più importanti di maggio: la cometa SWAN si aggiunge alla lista con l’ultima Superluna del 2020 e le stelle cadenti [INFO]

Maggio offrirà molto da vedere dopo il tramonto, inclusa la possibilità di ammirare una nuova e luminosissima cometa: tutte le INFO utili

MeteoWeb

Il calendario è arrivato al mese di maggio e ora le notti più miti permetteranno a più persone di avventurarsi sotto il cielo notturno per osservarne le meraviglie. Il nuovo mese offrirà molto da vedere dopo il tramonto, inclusa la possibilità di ammirare una nuova cometa. Ecco gli eventi astronomici principali del mese di maggio.

4-5 maggio: Sciame meteorico delle Eta Acquaridi

Il mese inizia subito con lo spettacolo delle stelle cadenti. Le Eta Acquaridi raggiungeranno il picco nella notte tra 4 e 5 maggio. Si tratta dell’unico grande sciame meteorico del mese e non ce ne saranno altri fino a fine luglio.

Questo sciame meteorico è il migliore dell’anno per l’emisfero meridionale, dove produrrà fino a 40 meteore all’ora, secondo l’American Meteor Society (AMS). “Dall’equatore verso nord, solitamente producono solo tassi medi di 10-30 meteore all’ora poco prima dell’alba”, spiega l’AMS.

6-7 maggio: Ultima superluna del 2020

superlunaL’ultima di una serie di 4 superlune dall’inizio di febbraio brillerà appena due notti dopo il picco delle Eta Acquaridi. La superluna è una luna che appare leggermente più luminosa e più grande del normale. Dopo questo evento, bisognerà attendere fino ad aprile 2021 per poterne ammirare un’altra. Che sia “super” o meno, la luna piena di maggio è chiamata “Luna dei Fiori” poiché è il momento dell’anno in cui fiorisce la maggior parte dei fiori. Altri nomi includono “Luna di Latte”, “Luna del Rospo” o “Luna della Semina del Grano”.

Metà maggio: Cometa SWAN

Dopo ATLAS, una nuova cometa si sta avvicinando al sole e per metà maggio, potrebbe superare in luminosità alcune stelle del cielo. La cometa SWAN dovrebbe diventare più luminosa a metà mese e compiere il suo approccio più ravvicinato alla Terra il 13 maggio ad una distanza di circa 83,3 milioni di chilometri. “Non è un approccio particolarmente ravvicinato; tuttavia, potrebbe creare un bello spettacolo. Se le attuali tendenze continuano, la cometa potrebbe essere più luminosa della terza magnitudine (come le stelle delle Pleiadi) mentre brilla nella costellazione dei Pesci”, spiega SpaceWeather.com. Le comete possono essere instabili e imprevedibili, quindi solo il tempo ci dirà cosa ne sarà di SWAN.

Altro che ATLAS, la Cometa SWAN dà spettacolo nel cielo: è visibile ad occhio nudo! [INFO e DETTAGLI]

Astronomia: dalla Superluna alle stelle cadenti, cosa potremo ammirare nel cielo di Maggio 2020