Ultraleggero caduto, schianto dopo il decollo: vittime due giovani nuotatori, ipotesi guasto

Sarebbe precipitato circa 30 secondi dopo il decollo l'ultraleggero caduto stamattina a Nettuno, secondo i primi accertamenti

MeteoWeb

Sarebbe precipitato circa 30 secondi dopo il decollo l’ultraleggero caduto stamattina a Nettuno, vicino Roma, secondo quanto emergerebbe dai primi accertamenti. Il velivolo, toccando terra, ha preso fuoco. Al momento si ipotizza un guasto tecnico. L’incidente e’ costato la vita al pilota Gioele Rossetti, 23 anni romano con una notevole esperienza di volo, e al passeggero Fabio Lombini, 22enne di Castrocaro Terme, entrambi nuotatori. A quanto ricostruito, l’ultraleggero era del padre di Rossetti. Il velivolo e tutta l’area sono stati messi sotto sequestro. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri della compagnia di Anzio.