Coronavirus, rapporto riservato svela: “La Cina ha mentito, sminuito la gravità dell’epidemia, per accumulare scorte mediche”

"La Cina probabilmente ha tagliato le sue esportazioni di forniture mediche prima della notifica fatta a gennaio all'OMS che il Covid-19 è contagioso"

MeteoWeb

All’inizio di gennaio i leader cinesi “nascosero intenzionalmente la gravità” della pandemia del nuovo Coronavirus al mondo, per consolidare le proprie scorte di materiale medico necessario ad affrontarla.

Il governo cinese avrebbe intenzionalmente nascosto al mondo la gravità del Coronavirus, mentre faceva incetta di materiali sanitari d’importazione e contemporaneamente metteva un freno all’export dei dispositivi prodotti in Cina: è quanto emerge da un rapporto riservato del dipartimento per la Sicurezza interna degli Stati Uniti, secondo quanto dichiarato da un funzionario dell’Amministrazione statunitense a conoscenza del documento.
La Cina probabilmente ha tagliato le sue esportazioni di forniture mediche prima della notifica fatta a gennaio all’OMS che il Covid-19 è contagioso“, si leggerebbe nel rapporto secondo quanto afferma la fonte, citata dalla CNN.
Il rapporto, che evidenzierebbe i dati sulle esportazioni e le importazioni all’inizio dell’anno, è stato fatto circolare all’interno del governo federale venerdì scorso.

La notizia viene diffusa mentre l’amministrazione Trump ha intensificato le critiche alla Cina, dopo che il segretario di Stato Mike Pompeo ha affermato che Pechino sarebbe responsabile della diffusione della malattia e dovrebbe risponderne. L’inasprimento dei toni da parte degli USA arriva anche mentre le voci critiche nei confronti dell’amministrazione sottolineano che la risposta del governo al virus sia stata lenta e inadeguata. Gli oppositori di Trump lo hanno accusato di scagliarsi con la Cina nel tentativo di far passare in secondo piano le voci critiche nei suoi confronti.

I fatti sono questi“, ha detto Pompeo all’emittente ABC quando gli è stato chiesto se la Cina avesse intenzionalmente stoccato forniture mediche all’inizio di gennaio nascondendo nel contempo la gravità del Coronavirus. “Possiamo confermare che il Partito Comunista Cinese ha fatto tutto il possibile per assicurarsi che il mondo non venisse a sapere tempestivamente ciò che stava accadendo“.