Coronavirus e trasporto aereo: EasyJet riprenderà i voli dal 15 giugno da 22 aeroporti europei

EasyJet ha sottolineato che prevede di aumentare gradualmente il numero di voli con l'aumento della domanda

MeteoWeb

EasyJet riprenderà le operazioni di volo dal 15 giugno con nuove misure di biosicurezza da 22 aeroporti europei. In particolare, i primi voli, la maggior parte dei quali nazionali e solo pochi di essi internazionali, saranno operati dal Regno Unito (Gatwick, Belfast, Glasgow, Edimburgo, Liverpool, Isola di Man, Birmingham, Inverness, Bristol, Newcastle e Birmingham), Francia (Nizza, Parigi (CDG), Tolosa, Bordeaux, Nantes e Lille), Svizzera (Ginevra) e Italia (Milano).
In Spagna, la parziale riattivazione delle operazioni di easyJet significa che la rotta che collega Ginevra a Barcellona viene ora ripresa. easyJet ha sottolineato che prevede di aumentare gradualmente il numero di voli con l’aumento della domanda e l’allentamento delle restrizioni di viaggio. Durante il lockdown, la società ha mantenuto la flotta a terra, pronta a riprendere le operazioni il più rapidamente possibile una volta che le condizioni lo consentono.
Sono state così messe in atto una serie di misure preventive per contribuire a garantire la sicurezza e il benessere dei passeggeri e dell’equipaggio a bordo. Queste misure di protezione comprendono: disinfezione accurata degli aeromobili; uso obbligatorio di maschere sia per i clienti che per i dipendenti, nonché l’eliminazione temporanea del servizio di ristorazione a bordo. Queste misure sono state attuate previa consultazione delle autorità aeronautiche – Icao e Easa – e sono in linea con le autorità nazionali competenti e con la consulenza medica del servizio medico della compagnia aerea.
Sono molto lieto di annunciare che riprenderemo parte del nostro programma di voli a metà giugno – un passo piccolo ma attentamente deciso come parte del nostro piano di ripresa delle operazioni. Continueremo a monitorare la situazione da vicino in tutta Europa in modo che, quando saranno eliminate ulteriori restrizioni, potremo continuare ad espandere il nostro programma di voli per soddisfare la domanda e allo stesso tempo garantire che stiamo operando in modo efficiente e sulle rotte che i nostri clienti desiderano“, ha spiegato il Ceo di easyJet Johan Lundgren.