Coronavirus: i pazienti guariti hanno problemi a deglutire e parlare, è necessario un percorso riabilitativo

Il deficit respiratorio era già noto, come anche la debolezza muscolare, ma a questo si aggiungono anche problemi con la deglutizione e la parola

MeteoWeb

Il deficit respiratorio era già noto, come anche la debolezza muscolare, ma a questo si aggiungono anche problemi con la deglutizione e la parola. Sono alcuni delle conseguenze del Covid su chi ha contratto la malattia, soprattutto in forma grave, e ne è guarito. I pazienti sono stati osservati negli ospedali della Lombardia. In particolare a Mantova, dove, per porre rimedio a queste difficoltà, è stato approntato un progetto riabilitativo intensivo dedicato ai pazienti, nella clinica di Bozzolo (comune della provincia). Anche dopo la guarigione virologica, infatti, molti pazienti registrano disabilita’ causate dalle “molteplici menomazioni che si instaurano durante il decorso della malattia”, fanno sapere dall’ospedale Poma di Mantova, che ha ideato il protocollo. Proprio per questo motivo, ci saranno a curare i guariti che hanno bisogno di riabilitazione non solo medici fisiatri e infermieri, ma anche fisioterapisti, logopedisti e neuropsicologi. A Bozzolo e’ stato realizzato infatti un ambulatorio fisiatrico per pazienti post-Covid, dove sara’ presente anche un supporto psicologico e uno stretto collegamento con gli pneumologie, che seguono la riabilitazione respiratoria.