Coronavirus: anche a New York 15 bambini con sindrome sospetta

Il collegamento tra la malattia di Kawasaki e il Coronavirus è sotto la lente di ingrandimento di pediatri e medici di tutto il mondo

MeteoWeb

A New York 15 bambini sono stati ricoverati con sintomi compatibili con una sindrome infiammatoria multi-sistema che potrebbe essere collegata al Coronavirus: lo riporta la CNN.
I pazienti, tra i 2 e i 15 anni, sono stati ricoverati dal 17 aprile all’1 maggio: alcuni di loro sono risultati positivi al Coronavirus e per altri sono stati riscontrati anticorpi. In alcuni dei pazienti si registra febbre persistente e sintomi della malattia di Kawasaki o ancora sindroma da shock tossico.

La malattia di Kawasaki è una rara malattia pediatrica che provoca un’infiammazione acuta dei vasi di piccolo e medio calibro di tutti i distretti dell’organismo: può limitare l’afflusso del sangue al cuore, è curabile e molti bambini si riprendono senza problemi, ma in alcuni casi può essere mortale.
Nel caso dei pazienti ricoverati a New York, 5 sono stati attaccati a un ventilatore e la metà ha avuto bisogno di sostegno per la pressione sanguigna.

Il collegamento tra la malattia di Kawasaki e il Coronavirus è sotto la lente di ingrandimento di pediatri e medici di tutto il mondo. Casi stanno emergendo nel Regno Unito, tra i primi Paesi a lanciare l’allarme, ma anche in Italia, Spagna, Svizzera e Francia