Coronavirus in Spagna: in calo la curva dei decessi, le frontiere rimangono chiuse fino al 15 giugno

Nel tentativo di contenere la diffusione del Coronavirus, la Spagna ha deciso di mantenere le proprie frontiere chiuse fino al prossimo 15 giugno

MeteoWeb

In calo la curva dei decessi causati dal Coronavirus in Spagna, con 138 morti nelle ultime 24 ore contro gli oltre duecento dei giorni scorsi: lo ha reso noto il Ministero della Salute, aggiornando a 27.459 il totale delle vittime.
Sono invece 230.183 le persone risultate positive al test, 549 in più rispetto a ieri. Più di 144mila le persone guarite, riferisce El Pais.

Nel tentativo di contenere la diffusione del Coronavirus, il governo spagnolo ha deciso di mantenere le proprie frontiere chiuse fino al prossimo 15 giugno: lo si legge sulla Gazzetta ufficiale, precisando che viene fatta eccezione per i viaggi considerati essenziali.
La decisione riflette le raccomandazione dell’Unione Europea, che chiede di “prolungare fino al 15 giugno le restrizioni temporanee ai viaggi internazionali verso la UE“.
Le limitazioni rispetto ai viaggi nell’Unione Europea sono in vigore dal 17 marzo, nonostante Bruxelles abbia chiesto agli Stati membri di consentire la libera circolazione interna dei cittadini europei.