Coronavirus: la Spagna apre le porte ai turisti stranieri da luglio, la Liga riparte l’8 giugno

Coronavirus: la Spagna "ha fatto ciò che doveva e ora si stanno aprendo nuovi orizzonti per tutti. È giunto il momento di recuperare molte delle attività quotidiane"

MeteoWeb

Incoraggio gli spagnoli a pianificare le loro vacanze adesso. Inoltre, a partire da luglio, riprenderà l’ingresso dei turisti stranieri in Spagna in condizioni di sicurezza“: lo ha affermato premier spagnolo Pedro Sanchez in una conferenza stampa sulle riaperture del Paese nella fase post emergenza Coronavirus. “Garantiremo che i turisti non corrano alcun rischio e che non ci portino alcun rischio. Non c’è contrasto tra salute e affari“. “A luglio potrebbe esserci un programma estivo e incoraggio ad approfittare dei grandi vantaggi che il nostro Paese ha nel campo del turismo quest’estate“.

La Spagna ha fatto ciò che doveva e ora si stanno aprendo nuovi orizzonti per tutti. È giunto il momento di recuperare molte delle attività quotidiane. A partire dall’8 giugno, il campionato di calcio tornerà“.

A partire da martedì il governo spagnolo dichiarerà il lutto nazionale per le vittime del Coronavirus: “Abbiamo fermato tutti insieme la peggiore calamità del secolo. La sfida della ricostruzione è alle porte. A partire da martedì, il governo approverà la dichiarazione formale di lutto, che durerà 10 giorni. Le bandiere sventoleranno a mezz’asta“, ed al lutto si aggiungerà “un grande atto ufficiale presieduto dal re“. Sanchez ha poi fatto appello all’unità nazionale: “I defunti meritano la nostra memoria, ma anche la nostra concordia, dovremo vivere insieme nello stesso paese che loro hanno costruito“.