Ondata di freddo in Brasile: minima di +3,5°C nello stato di Rio de Janeiro, e il Coronavirus galoppa [DATI]

Una massa d'aria fredda ha investito nei giorni scorsi il Brasile, che si appresta ad inoltrarsi nell'inverno: raggiunti i +3,5°C a Nova Friburgo

MeteoWeb

Con oltre 438.000 casi confermati e quasi 27.000 morti, il Brasile è il Paese dell’America Latina più colpito dalla pandemia e nel mondo è secondo solo agli Stati Uniti. Il Brasile, che conta più di 200 milioni di abitanti, nella sola giornata di ieri ha registrato oltre 26.000 nuove infezioni. Gli stati più colpiti dalla pandemia sono in ordine: San Paolo (finora oltre 95.000 casi), Rio de Janeiro (oltre 44.000 casi), Cearà (oltre 37.000 casi), Amazonas (oltre 36.000 casi) e Pernambuco (oltre 30.000 casi).

Come scritto più volte sulle pagine di MeteoWeb, è chiara l’influenza che il clima ha sulla pandemia. Ora che la situazione è in miglioramento in Europa, la circolazione del virus si è spostata verso il sud del mondo, con l’America Latina definita anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come il nuovo epicentro della pandemia. Nonostante il luogo comune di un Brasile sempre caldo, in realtà questo è il periodo dell’anno in cui anche in Brasile inizia l’inverno, con l’arrivo di pioggia e freddo che favoriscono la diffusione del contagio.

Temperature del 29 maggio

Proprio in questi giorni, parte del Brasile è stata raggiunta da una massa d’aria fredda, che ha notevolmente abbassato le temperature. “Un’intensa massa di aria fredda ha raggiunto il Brasile in questa settimana ed ha colpito anche lo stato di Rio de Janeiro, favorendo il calo delle temperature in tutto lo stato. Al mattino di mercoledì 27 maggio, la stazione meteorologica di Vila Militar (zona ovest del comune di Rio de Janeiro) ha registrato +10,7°C e a Nova Friburgo la temperatura minima è stata di +3,5°C, riporta Inmet, l’Istituto Nazionale di Meteorologia del Brasile. “La massa di aria fredda ha raggiunto anche Espírito Santo. Nella Regione Metropolitana di Vitória, la temperatura minima è stata di +14,6°C il 27 maggio. Tuttavia, la temperatura più bassa nello stato è stata registrata alla stazione meteorologica localizzata nel municipio di Venda Nova do Imigrante, +8,1°C”, riporta ancora Inmet.

Per la giornata di oggi, 29 maggio, inoltre, l’Inmet ha emesso alcuni avvisi di allerta gialla per forti piogge e grandine per diversi stati del Brasile, tra cui San Paolo, Cearà e Pernambuco, tra gli stati brasiliani più colpiti dalla pandemia.