Gianluca Vialli e il cancro al pancreas: “Fisicamente sto bene, ma la paura che torni è sempre tanta”

"Ci vorrà del tempo prima di riuscire a liberarsi di questa sensazione che ti fa dire 'Oh mio Dio, è tornato' ogni volta che hai mal di pancia o mal di testa"

MeteoWeb

Fisicamente sto bene, ma sono ancora molto preoccupato e spaventato“, ammette Gianluca Vialli che ha raccontato in un’articolata intervista rilasciata al Times la sua vittoria contro il cancro al pancreas. La paura che il male torni, c’è ancora: “Ci vorrà del tempo prima di riuscire a liberarsi di questa sensazione che ti fa dire ‘Oh mio Dio, è tornato’ ogni volta che ti svegli, o vai a dormire, con un po’ di mal di pancia o mal di testa. Sei fragile”. L’ex campione si è sottoposto a cicli di chemio e radioterapia durati diverso tempo. “Nessuno vuole vivere qualcosa del genere, ma quando ti capita devi vederlo come un’opportunità per conoscerti meglio, capire il modo in cui eri, quello in cui sei e come vorrai essere in futuro. Diventa inevitabile scoprire il proprio io. Ho lavorato per cercare di migliorare tante cose”, ha confessato Vialli.

Gianluca Vialli e il tumore al pancreas: è uno dei più letali “ma non morirò prima di aver portato all’altare le mie figlie”