Previsioni Meteo Giugno: possibile falla barica con un ciclone tra Mediterraneo e Nord Africa, forte maltempo al Sud?

Previsioni Meteo Giugno: alte pressioni più a Nord dell'Italia con influenza bassa atlantica verso il Mediterraneo e occasioni per frequente instabilità sul Nostro paese. Gli ultimi aggiornamenti

MeteoWeb

Previsioni Meteo Giugno – Sono state elaborate le ultime proiezioni su base teleconnettiva, da parte del Centro di Calcolo Europeo ECMWF, circa la tendenza di massima per Giugno 2020. Gli indici AO e NAO sono computati su base mensile, sostanzialmente allineati alla media, senza oscillazioni particolari se non , relativamente alla NAO, una tendenza a lievemente positiva nella prima parte del mese, a lievemente negativa per la seconda. Le modulazioni SST atlantiche, ossia le modulazioni termiche delle acque superficiali dell’Oceano a noi più vicino,  dovrebbero orientarsi verso un mantenimento di Tripolo mediamente negativo con maggiore ondulazione del “Jet Stream”, compatibilmente alla fase stagionale, e più vivacità barica verso il Mediterraneo e l’Italia. In questo prospetto teleconnettivo di massima, sarebbero possibili infiltrazioni atlantiche umide e instabili ricorrenti attraverso la Penisola iberica verso il Mediterraneo centro occidentale. Nel contempo, la fascia centrale europea e quella orientale, specie danubiana, sarebbero maggiormente interessate da moderate alte pressioni, così come prospettato nell’immagine barica media riferita appunto al mese di giugno. Naturalmente non si tratterebbe di configurazione statica, andrebbero computate fisiologiche oscillazioni degli assi barici con maggiore dinamica nella circolazione. Tuttavia, lo schema circolatorio prevalente potrebbe essere impostato secondo quando espresso in cartina, con la conseguenza, in via generale, di atmosfera abbastanza movimentata e anche ricorrentemente instabile per l’Italia.

Infatti, il quadro precipitazioni allegato, indicante le anomalie piogge per l’intero mese, mostra, con colorazione a scala di blu, un Mediterraneo centro occidentale, gran parte d’Italia compresa, e settori sudoccidentali del continente, a rischio piogge un po’ sopra norma. Il surplus pluviometrico più evidente è riscontrabile sulla Spagna centro orientale e sul Sud della Francia, specie verso area Pirenei e Catalogna, Aragona settentrionali. Piogge più significativamente sopra la Norma, anche sulla Provenza e sui nostri settori nordoccidentali, segnatamente sul Piemonte. Circa il resto d’Italia, leggero sopra media in riferimento alle piogge, anche su Alpi e Prealpi tutte, su medie e alte pianure centro orientali del Nord, sulla fascia tirrenica, isole e appennini centro settentrionali. Piogge più o meno nella norma altrove sul nostro Paese.  Piogge sotto la media, quindi più siccità, sull’Europa cento settentrionale e orientale, relativamente all’Italia, possibile un lieve deficit di precipitazioni sull’area ionica, tra Sud Puglia, Sud Lucania e Calabria. In linea di massima, possibili precipitazioni più ricorrenti nella seconda parte del mese, un po’ meno nella prima parte.