Previsioni Meteo, inizio Giugno dai due volti sull’Italia: tra nubifragi, temporali e temperature di oltre +35°C

Previsioni Meteo: prima settimana di giugno molto articolata, con flusso umido e perturbato verso il Nord, più caldo e meno instabile altrove. Ecco tutte le ultime novità

MeteoWeb

Previsioni Meteo – La circolazione sul Mediterraneo centrale e sull’Italia non cambierà nelle linee essenziali almeno fino a metà settimana prossima, nel senso che essa rimarrà dai quadranti settentrionali mediamente fresca, sebbene con valori, in questa fase sotto media,  in graduale e progressivo aumento verso le medie stagionali. Anche l’instabilità andrà via via riducendosi o sempre più localizzandosi nel corso dei prossimi giorni, magari limitandosi ad alcune aree montuose, specie alpine, localmente appenniniche, tuttavia con circolazione sempre da Nord. Invece da giovedì 4 e ancora più poi verso il fine settimana, è confermato un cambio netto di circolazione con travaso di vorticità positiva, attraverso cavi d’onda questa volta di provenienza atlantica, verso il settore occidentale del nostro Bacino, dalla Francia, Spagna verso le Baleari e Ovest Mediterraneo. Si attiverebbero, quindi, come rappresentato nella barica media attesa tra il 4 e il 7 giugno, correnti instabili sudoccidentali via via più perturbate che arrecherebbero anche condizioni di maltempo forte su parte del Nord,  verso il weekend prossimo. Nel contempo, lo stesso affondo depressionario su Ovest Mediterraneo e incidente fino al territorio marocchino-algerino settentrionale, solleverebbe dal Nord Africa masse d’aria calda verso il Mediterraneo centrale, più efficacemente verso il Sud Italia, con sensibile aumento termico su queste aree e decisamente meno instabilità, per via di aria più secca, se non qualche fastidio per nubi medio-alte con occasionali rovesci deboli e passeggeri.

Nell’immagine interna abbiano rappresentato, nel dettaglio a sinistra, le aree più interessate da rovesci e temporali tra giovedì 4 e, via via più intensamente, il fine settimana prossimo. Buona parte delle aree settentrionali, in particolare il Piemonte, le medie e alte pianure e tutti i settori alpini e prealpini, sarebbero direttamente esposti alle correnti perturbate da Sudovest, con rovesci e temporali diffusi e spesso forti, anche con rischio nubifragi e disseti idro-geologici, specie su alto Piemonte, alta Lombardia, sulla Liguria, alta Toscana e sul Friuli VG. Rovesci e piogge più irregolari interesserebbero anche le aree tirreniche, localmente quelle adriatiche tra l’Abruzzo e la Puglia, in forma occasionale e più passeggera il resto del Sud ma, in genere, sul medio e basso Adriatico e al Sud, anche sulla Sardegna, poca instabilità o temporanea. Quasi del tutto asciutto in Sicilia. Per di più, come rappresentato nel secondo dettaglio a destra, le aree soprattutto meridionali e, seppure in forma minore, anche centrali, sarebbero interessate da aria decisamente più calda nordafricana, con impennata delle temperature, soprattutto da giovedì, venerdì e verso il weekend, fino a valori anche verso i +37°C tra Calabria e Sicilia tra +30 e +35°C sul resto del Sud e +27/+30°C al Centro.

La redazione di MeteoWeb seguirà costantemente l’evoluzione del tempo per la prossima settimana apportando quotidiani aggiornamenti sulla base di dati via via più freschi.