Previsioni Meteo per i prossimi 10 giorni: poca alta pressione, più fresco e temporali sempre più diffusi

Previsioni Meteo: prospettive, tra fine mese e la prima settimana di giugno, di giornate più movimentate con calo termico, vento spesso sostenuto e frequente instabilità. L'alta pressione potrebbe essere latitante per molti giorni. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Per i prossimi 10 giorni, l’evoluzione del tempo sul Mediterraneo centrale e sull’Italia, non prevede presenza di sostanziale alta pressione, piuttosto è atteso un progressivo incidere di correnti fresche settentrionali le quali comporteranno un apprezzabile e progressivo calo delle temperature, dapprima sulle aree adriatiche, successivamente un po’ su tutto il Paese. Il fronte subtropicale, nella sostanza, andrebbe potenziandosi tra l’Est Atlantico e l’Ovest Europa,  ponendo i massimi di pressione tra il Marocco,  l’Algeria occidentale, la Penisola iberica e verso Francia, settore centro-meridionale del Regno Unito. La protezione anticiclonica sul Mediterraneo centrale e sull’Italia andrebbe via via  perdendo consistenza permettendo a infiltrazioni di aria fresca settentrionali o orientali, a loro volta pilotate da un cavo depressionario sull’Est del continente, di incidere con sempre maggiore decisione  verso le nostre regioni.

In realtà, la dinamica, poi, verso il più lungo temine, non comporterebbe sempre correnti fresche settentrionali.  In una prima fase, che corrisponderebbe poi a quella finale del mese, ultime 5 giorni di  maggio, a iniziare dal 27,  a prevalere sarebbe la configurazione espressa nell’immagini in evidenza, quindi con effettivamente una circolazione fresca su Est Europa, influente verso il Mediterraneo centrale e l’Italia, soprattutto centro-meridionale e temperature anche in sensibile abbassamento sulle regioni del medio-basso Adriatico del Sud peninsulare. Il calo potrà configurarsi anche nell’ordine di -8/-9°C  rispetto ai valori di questo fine settimana, fino a porsi anche 5/6°C sotto la media tra mercoledì 27 e giovedì 28, quindi decisamente fresco e per giunta con venti sostenuti settentrionali. Inizialmente l’aria fresca potrebbe essere abbastanza asciutta, quindi con poca instabilità poi, però, dal 29 al 31, sono attesi anche rovesci o temporali su Alpi e Prealpi, al Nordest e più diffusamente al Centro Sud a seguire.

In una seconda fase, che coinciderebbe con l’avvento di Giugno e con tutta la prima settimana del nuovo mese, la circolazione fresca e moderatamente instabile su Est Europa, tenderebbe a traslare verso Ovest, attivando una circolazione depressionaria con perno tra le Baleari, il Golfo del Leone e la Sardegna e dando luogo a una accesa instabilità, questa volta più sul Mediterraneo centro occidentale e ancora su gran parte d’Italia, ma con componente circolatoria meridionale, come rappresentato nel secondo tipo barico allegato. Potrebbe trattarsi, questa, di una fase temporalesca più accesa per maggiori contrasti termici e più intensa al Centro Nord, aree tirreniche centro settentrionali, meno sul medio basso Adriatico e sulle aree ioniche. Insomma, prospettive di influenze dapprima fresche orientali verso l’Italia, poi più miti, ma più instabili occidentali per molti giorni a venire, specie dal 27 maggio e fino al 3/4 giugno almeno. Per tutto il periodo di riferimento, naturalmente scarsa alta pressione, spesso temporalesco e con possibili giornate più stabili e soleggiate, che certamente non mancheranno, comunque infastidite da nubi irregolari, condizioni termiche sotto tono e vento piuttosto insistente.

Maggiori dettagli sull’evoluzione nel medio lungo termine nei nostri quotidiani aggiornamenti.