Spazio: la Cina ha lanciato in orbita due nuovi satelliti per l’osservazione della Terra

I satelliti per esperimenti tecnologici, lanciati da un razzo vettore Long-March 11 alle 4:13 (ora di Pechino), saranno utilizzati per l'osservazione della Terra

MeteoWeb

La Cina ha lanciato in orbita pianificata due satelliti partiti dal centro di lancio satellitare di Xichang nella provincia del Sichuan, nel sud-ovest della Cina. I satelliti per esperimenti tecnologici, lanciati da un razzo vettore Long-March 11 alle 4:13 (ora di Pechino), saranno utilizzati per l’osservazione della Terra. Il Long March-11, sviluppato dalla China Academy of Launch Vehicle Technology, è l’unico razzo che utilizza propellenti solidi tra le serie cinesi di razzi Long March e viene per lo più utilizzato per trasportare piccoli satelliti e puo’ portare in orbita piu’ satelliti contemporaneamente.

Secondo Peng Kunya, capo progettista del Long March-11, era la prima volta che il Long March-11 veniva lanciato dal Xichang Satellite Launch Center, dimostrando la sua adattabilita’ ai diversi siti di lancio. Il Long March-11 e’ stato lanciato dal Jiuquan Satellite Launch Center nel nord-ovest della Cina. Nel giugno 2019 la Cina ha effettuato il suo primo lancio nello spazio da una piattaforma marittima tramite un razzo. Secondo Peng, il Long March-11 ha usato per la prima volta una carenatura di 2 metri di diametro. Fornisce piu’ spazio al carico, consentendo il lancio di piu’ satelliti su un singolo razzo. La carenatura e’ un pezzo di materiale che fa parte del cono di punta del razzo e che serve a proteggere il carico. Nella missione di oggi e’ stata utilizzata anche una piattaforma di lancio intelligente e altamente integrata. La piattaforma consente il lancio del razzo da diversi siti e riduce significativamente i tempi di preparazione. Il lancio di oggi è la 332° missione della serie Long March.