Uccise il coinquilino e lo nascose in casa: 92 enne condannato a 14 anni di carcere

La Corte d'Assise di Trieste ha condannato a 14 anni di reclusione il 92enne Luciano Tarlao

MeteoWeb

La Corte d’Assise di Trieste ha condannato a 14 anni di reclusione il 92enne Luciano Tarlao. Secondo i giudici l’uomo, nell’estate del 2018, aveva ucciso a coltellate in un alloggio dell’Ater del popoloso rione di Gretta il coinquilino, Mauro Vazzano, di 44 anni, occultandone il corpo all’interno dell’abitazione dove aveva continuato a vivere. La scoperta dell’omicidio era avvenuta una settimana più tardi, quando i vicini di casa, insospettiti da un forte cattivo odore, avevano chiesto l’intervento delle Forze dell’ordine. All’uomo è stata ora riconosciuta la semi infermità mentale. Secondo una perizia psichiatrica Tarlao da anni soffrirebbe di una forma di psicosi paranoica. Dopo la lettura della sentenza l’uomo è stato riaccompagnato al carcere del Coroneo.