Allerta Meteo, l’avviso della Protezione Civile: piogge e temporali in arrivo al Nord-Est [MAPPE e BOLLETTINI]

Allerta Meteo, una vasta area depressionaria, presente su gran parte dell'Europa, continuerà a determinare tempo instabile al Nord-Est: codice giallo in tre regioni

MeteoWeb

Allerta Meteo – Una vasta area depressionaria, presente su gran parte dell’Europa, continuera’ a determinare tempo instabile in alcune regioni settentrionali del nostro Paese. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticita’ e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, lunedi’ 29 giugno, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, e’ stata valutata, per oggi, allerta gialla su gran parte del Friuli Venezia Giulia e su alcuni settori di Lombardia e Veneto. L’allerta gialla restera’ in vigore fino alla mattina di domani, 30 giugno, nei settori Piave, Livenza, Lemene e Tagliamento in Veneto.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 29 giugno 2020

Precipitazioni: da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte settentrionale, Lombardia settentrionale, Trentino, Alto Adige, Veneto settentrionale e settori montuosi del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, specie su settori alpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime localmente elevate sulla Pianura Padana, sulle zone di pianura e vallive interne delle regioni centro-meridionali, fino a localmente molto elevate sulla Puglia.

Venti: localmente e temporaneamente forti dai quadranti meridionali sulla Liguria, dai quadranti occidentali su Toscana, Appennino emiliano-romagnolo e Sardegna settentrionale.

Mari: tendenti a molto mossi il Mar Ligure ed il Tirreno centrale settore ovest.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 30 giugno 2020

Precipitazioni: da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte settentrionale, Lombardia settentrionale, Trentino, Alto Adige, Veneto settentrionale, settori montuosi del Friuli Venezia Giulia, Liguria di Levante, Alta Toscana ed Appennino emiliano, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime localmente elevate sulla Pianura Padana, sulle zone di pianura e vallive interne delle regioni centro-meridionali, fino a localmente molto elevate su Puglia e Basilicata.

Venti: localmente e temporaneamente forti dai quadranti occidentali sulla Sardegna settentrionale.

Mari: molto mossi il Mar Ligure ed il Tirreno centrale settore ovest, in attenuazione.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale dell’1 luglio 2020

Precipitazioni: da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, Piemonte occidentale e settentrionale, Lombardia occidentale e settentrionale, Trentino, Alto Adige, Veneto settentrionale e settori montuosi del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati da deboli a moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in locale sensibile aumento sulla Sardegna; massime localmente elevate sulla Pianura Padana, sulle zone di pianura e vallive interne delle regioni centro-meridionali, fino a localmente molto elevate su Puglia, Basilicata, Sicilia orientale e Sardegna occidentale.

Venti: nessun fenomeno significativo.

Mari: nessun fenomeno significativo.