Coronavirus: ESA, NASA e JAXA uniscono le forze per una piattaforma spaziale per lotta al COVID-19

Lotta al Coronavirus: una piattaforma spaziale per monitorare la nuova pandemia

Le 3 agenzie spaziali NASA, ESA e JAXA hanno deciso di unire le forze nella lotta al Coronavirus e lanceranno una nuova piattaforma spaziale per monitorare la pandemia: lo scopo è comprendere, attraverso i dati dei satelliti di Osservazione della Terra, gli effetti del lockdown e delle misure di distanziamento sociale sul nostro pianeta.

Nel corso di una conferenza online le agenzie mostreranno come la nuova piattaforma, grazie ai dati dei satelliti di Osservazione della Terra, può combinare le informazioni che arrivano dallo Spazio per rafforzare “la nostra conoscenza globale dell’ambiente e dell’impatto economico della pandemia di Covid-19“.

La collaborazione internazionale tra le agenzie spaziali “è centrale per il successo dei satelliti di osservazione della Terra e per l’analisi dei dati“, hanno sottolineato le agenzie, che hanno lavorato “insieme a stretto contatto” per produrre la ‘Piattaforma di Osservazione della Terra Covid-19” che consentirà agli utenti di “esplorare gli indicatori ambientali ed economici basati sui dati satellitari unici delle tre Agenzie, e che studierà come le misure di contenimento regionali e le misure di distanziamento sociale hanno influenzato l’aria, il suolo e l’acqua sulla Terra“. La piattaforma “fornisce la possibilità per gli utenti di esplorare singole nazioni e regioni in tutto il mondo e di vedere come questi indicatori in luoghi specifici sono cambiati nel tempo“.
La piattaforma mostrerà gli indicatori chiave dei cambiamenti nella qualità dell’aria e dell’acqua, nel clima, nell’attività economica e nell’agricoltura e utilizzerà i dati provenienti dai satelliti Aura e Oco-2 della Nasa, Gosat e Alos-2 della Jaxa.