Coronavirus, esperto: “La stagionalità sarà un importante fattore per una possibile seconda ondata di casi”

Ci sono sempre più indicazioni che "la stagionalità sia importante" nella previsione dell'andamento dei contagi, insieme alla ripresa della mobilità e dei contatti

MeteoWeb

La stagionalita’ risultera’ un fattore importante” nell’affermarsi di una possibile seconda ondata di casi di Covid-19: e’ questa la valutazione di Cristopher Murray, direttore dell’Institute for Health Metrics and Evaluation dell’universita’ di Washington. Secondo Murray, ci sono sempre piu’ indicazioni che “la stagionalita’ sia importante“, nella previsione dell’andamento dei contagi. Ma anche la ripresa della mobilita‘ e dei contatti saranno fattori che contribuiscono ad un possibile ritorno su piu’ larga scala delle infezioni.

Sulla base di un nuovo modello previsionale di terza generazione, l’Istituto prevede – almeno per gli Stati Uniti – un probabile plateau o lieve aumento dei casi durante l’estate, ed “un nuovo rapido incremento delle morti da meta’ settembre“. Secondo i nuovi calcoli dell’Istituto entro il primo ottobre le morti negli Usa a causa del nuovo coronavirus raggiungeranno quota 170.000.