Crew Dragon, lo spettacolare atterraggio del Falcon 9: il momento, perso durante la diretta, in cui il razzo si posa sulla piattaforma [FOTO]

L’impossibilità di osservare in diretta l’atterraggio del razzo Falcon 9 sulla piattaforma nell'Atlantico aveva lasciato un po' di amaro in bocca ma ecco le spettacolari foto

/
MeteoWeb

La sera del 30 maggio, tutti gli appassionati di spazio e astronomia sono rimasti incollati davanti agli schermi di computer e cellulari per seguire in diretta il lancio della capsula Crew Dragon. È stato un lancio che ha fatto la storia poiché per la prima volta, degli astronauti della NASA sono stati lanciati verso la Stazione Spaziale Internazionale grazie ad una compagnia privata, la SpaceX di Elon Musk.

Tutto è andato alla perfezione, con i due astronauti che hanno raggiunto l’avamposto spaziale dopo 19 ore di volo. Quello che ha lasciato un po’ di amaro in bocca è stata l’impossibilità di osservare in diretta l’atterraggio del razzo Falcon 9 sulla piattaforma “Of Course I Still Love You”, che lo attendeva nell’oceano Atlantico. Le piattaforme di SpaceX montano delle telecamere che trasmettono la diretta facendo rimbalzare il segnale attraverso antenne satellitari. Durante l’atterraggio del Falcon 9, le vibrazioni indotte dalla potenza del razzo fanno perdere momentaneamente il segnale alla piattaforma e così tutti abbiamo perso l’esatto momento in cui il razzo si posava a terra.

Ma Elon Musk non lascia mai niente al caso e l’installazione di alcune fotocamere ha permesso di immortalare il momento. Spettacolare la foto in evidenza nell’articolo, che cattura gli ultimi istanti prima che il Falcon 9 si posi sulla piattaforma.

Da qualche giorno, il razzo è rientrato a Cape Canaveral perfettamente funzionante e riutilizzabile. Sono stati condotti nuovi esperimenti per quanto riguarda la chiusura dei piedi che si aprono durante la fase di atterraggio e che lo sostengono una volta sulla piattaforma. Sostanzialmente hanno cercato di richiuderle (con successo) senza il sostegno della solita gru, utilizzando solamente una sorta di “ancora” alla base del razzo.