Rivisto il calendario Maya, prevede la fine del mondo il 21 giugno 2020: solstizio d’estate data cruciale

“Secondo il calendario Giuliano siamo nel 2012? e nella lettura di quello Maya c'è un errore di otto anni: la data della Fine del Mondo è il 21 giugno 2020

MeteoWeb

La Fine del Mondo prevista dal calendario Maya era stata individuata nella data del 21 dicembre 2012 ma, come ben sappiamo, così non è stato. Sulla data dell’Apocalisse, poi, si era aperto un dibattito tra appassionati e complottisti. Ora, un’altra data è stata ‘messa sul tavolo’. Una data molto vicina, anzi quasi imminente. Una recente rilettura del calendario Maya, infatti, indica che la fine del mondo sarà la prossima settimana. Su Twitter la questione è diventata l’argomento più gettonato del momento.

Uno dei calendari Maya

Come se non bastasse quanto già accaduto nel 2020, dunque, arriva pure l’Apocalisse. Il 21 giugno 2020, giorno successivo al Solstizio d’estate, sarebbe la data cruciale. Secondo gli ‘esperti’ del settore lo sbaglio era avvenuto a causa di un presunto errore di lettura del calendario gregoriano, introdotto nel 1582 per sostituire quello giuliano. Con il cambio, come è noto, undici giorni all’anno sono andati presi. In tutto, dunque, ci sarebbero otto anni di scarto. “Secondo il calendario Giuliano, tecnicamente siamo adesso nel 2012?, ha scritto lo scienziato Paolo Tagaloguin in una serie di tweet che in seguito sono stati cancellati.

Tutti pronti dunque? Mancano pochi giorni all’Apocalisse. Fate tutto ciò che avreste voluto fare ma avete rimandato, perché il tempo stringe e la Fine del Mondo è vicina. Salvo altri errori di calcolo, ovviamente.

I Maya e la fine del mondo del 21 giugno: cosa indica davvero il calendario dell’antica civiltà