Previsioni Meteo Luglio 2020: minacce fresche nordatlantiche nella prima settimana, rischio forte maltempo

Previsioni Meteo Luglio 2020: il Mediterraneo centrale ancora "indisposto" per le alte pressioni. Malgrado tentativi di onde stabilizzanti verso fine mese, le anomalie termiche oceaniche potrebbero ancora favorire flussi instabili nordatlantici, con tempo compromesso

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Non si ravvisano buone prospettive estive, perlomeno stando agli ultimissimi dati dei modelli matematici, anche per il corso della prima decade di Luglio. Malgrado tentativi, da parte degli anticicloni subtropicali, di conquistare il Mediterraneo centrale, non si riescono a intravedere, nelle simulazioni, onde stabilizzanti convinte, caratterizzate da geo-potenziali elevati e da solide radici. L’asse anticiclonico, semmai in temporanea espansione, come pure parrebbe possibile per qualche giorno tra fine giugno e inizio luglio,  sembrerebbe porsi piuttosto fluttuante e ciò a causa di una anomalia termica oceanica non affatto in assetto estivo per l’Italia,  proponendo anomalie negative troppo accentuate e larghe in Oceano.

Ne conseguirebbero cavi depressionari ugualmente larghi in atlantico e promontori anticiclonici lungo l’ascendente depressionario, troppo defilati su Ovest Europa, con il Mediterraneo centrale solo parzialmente protetto, a fasi alterne, dai bordi orientali delle alte pressioni. Insomma, coperta stabilizzante troppo corta per il nostro paese, magari leggermente protettiva tra fine giugno e i primi giorni di luglio, poi  si potrebbe rischiare una nuova esposizione, proprio nel corso della prima decade di Luglio, a correnti più fresche e instabili nord-occidentali in azione sul margine settentrionale e orientale di un’alta pressione più pimpante sul settore iberico e Ovest Europa.  Naturalmente l’Italia rimarrebbe esposta a un rischio temporali, specie diurni, su ampia parte del territorio, tuttavia con maggiore probabilità verso i settori montuosi in genere, in particolare verso il centro Sud Appennino, e verso il basso Adriatico.

La redazione di MeteoWeb seguirà costantemente l’evoluzione per la prima parte di Luglio, attraverso quotidiani aggiornamenti.