Previsioni Meteo Luglio: tendenza shock del modello ECMWF, freddo anomalo e forte maltempo sull’Italia

Previsioni Meteo: sempre più conferme circa un guasto del tempo sull'Italia con l'avvento di Luglio, quasi da subito al Nord, via via nel corso della prima decade sul resto d'Italia. I dettagli

MeteoWeb

Previsioni Meteo Luglio – Le disillusioni di estate protratta continuano nel long range modellistico. A fronte di una fase stagionale che, in questi giorni e ancora più in quelli prossimi, vedrà una buona perfomance dell’alta pressione subtropicale, la quale assicurerebbe  belle giornate soleggiate e molto calde su quasi tutto il paese, fatta eccezione per alcuni settori del Nord, con l’avvento di luglio si realizzerebbe una progressiva disfatta del fronte caldo, perlomeno in corrispondenza dei meridiani centrali europei e mediterranei. L’affondo di un’onda depressionaria sub-polare in pieno Atlantico, invoglierebbe l’anticiclone delle Azzorre a uno slancio meridiano verso la Penisola Iberica, la Francia e il Regno Unito, quindi “core” anticiclonico che si potenzierebbe sue queste aree, perdendo vigore via via su Centro Europa. Naturalmente la cresta d’onda più osante in latitudine, andrebbe a stuzzicare un ramo secondario del “getto” subpolare il quale affonderebbe con cavo e sfruttando la spalla anticiclonica, proprio verso i settori centrali del nostro bacino.

La distanza temporale entro cui si compirebbe l’affondo più serio è ancora importante, stiamo parlando verso il 5/6 luglio o da quelle date in poi, quindi si tratta di mere evoluzioni probabilistiche, non certo di certezze, ma l’assiduità con cui i modelli stanno percorrendo questa strada barica sul lungo termine, depone senz’altro per una buona probabilità a che l’evento di rottura si realizzi.  Sempre stando al quadro prospettato a ora,  l’instabilità, oltre che ancora su Alpi, Prealpi e localmente sul resto del Nord, già attiva nei giorni precedenti su questi settori, si estenderebbe a molte altre regioni italiane,  in particolare, stando alla barica ultima proposta, alle aree del medio e basso adriatico, a tutte quelle appenniniche e a quelle meridionali. Infine, sarebbe da computare un significativo calo termico, con valori che scenderebbero sotto le medie stagionali, specie al Centro Sud e sulle isole maggiori, fino a -2/-4°.

Ulteriori dettagli su questa tendenza nei nostri quotidiani aggiornamenti.