Allerta Meteo, violenti temporali tra Giovedì 23 e Venerdì 24: forte maltempo con grandinate e nubifragi

ALLERTA METEO: confermato il forte peggioramento temporalesco per il transito di un insidioso fronte instabile atlantico su diverse regioni. Ecco le aree più colpite secondo gi ultimissimi aggiornamenti

MeteoWeb

Allerta Meteo – Tutto confermato secondo gli ultimissimi aggiornamenti, anche serali, l’annunciato forte maltempo sulle nostre regioni settentrionali, a iniziare da domani sera, poi nella notte su venerdì e per tutta la giornata di venerdì. Il brusco raid temporalesco sarà determinato dall’affondo sul Nord Italia, di un cavo depressionario nordatlantico, attualmente in azione sulla Francia settentrionale ma che,  nel corso di domani, si porterà con veemenza, dapprima sui settori alpini e prealpini centro occidentali, poi verso le medie e alte pianure e su tutto il Nord entro venerdì. Attenzione, perché oltre alle potenzialità molto perturbate del nucleo in quota che si assocerà al cavo instabile, vanno considerati i bassi strati  particolarmente caldi, specie  sulle pianure, sulle aree pedemontane e nelle vallate alpine,  per via di temperature particolarmente alte, ancora oggi, con valori che spesso si sono portati fino a +33/+34°C. È atteso, nelle ore clou del passaggio del  nucleo instabile in quota, un significativo divario termico verticale,  con possibile sviluppo diffuso di cumulonembi  a elevato sviluppo verticale e potenzialità per frequenti fenomeni parossistici, a carattere di nubifragio.  Ma vediamo più nel dettaglio le aree che potrebbero essere maggiormente colpite secondo gli ultimi dati modellistici, e quando con maggiore probabilità.

Nell’immagine fenomeni allegata, abbiamo evidenziato, a scala di colore verde, i settori che potrebbero essere più interessati da domani, soprattutto domani sera e poi nella notte su venerdì e nel corso di venerdì. Sui settori circoscritti dalla colorazione più scura, sono attesi i fenomeni più violenti ed essi dovrebbero riguardare in successione, da Ovest verso Est Est, soprattutto dalla serata di domani giovedì 23, dapprima  l’alta Lombardia, soprattutto Varesotto, settore laghi, Bergamasco e poi il Trentino Alto Adige centro-meridionale. Maltempo forte con rischio nubifragi, grandinate e colpi di vento intensi nella notte su venerdì, ancora tra il Varesotto e sulla Lombardia quasi tutta, ma in particolare sui settori centro- settentrionali. Attenzione anche su Milano, per possibili fenomeni a carattere di nubifragio con allagamenti. Per la mattinata di venerdì, rovesci e temporali diffusi su buona parte delle regioni settentrionali, ma più intensi ancora una volta sulla Lombardia centro-occidentale, anche sull’Emilia occidentale, e temporali forti verso il Trentino Alto Adige, il Veneto tutto, anche qui con possibili fenomeni violenti. Massima allerta ancora nel pomeriggio di venerdì, quando potrebbero esserci fenomeni violenti e insistenti sulla Lombardia centro-orientale, anche sulla Liguria e poi più tardi e verso sera su tutta l’Emilia Romagna e sul centro-sud Veneto. 

Massima allerta, tra Cremonese, Parmense, Modenese, Bolognese, Ravennate, Ferrarese, Rodigino, e anche sulle coste della Venezia Giulia,  specie centro-meridionali.  Molte aree tra la Lombardia, l’Emilia Romagna, il Veneto centro meridionale e la Venezia Giulia, potrebbero essere a rischio fenomeni violenti con nubifragi, grandinate e rischio trombe d’aria. Attesi accumuli spesso sui 40/50/70 mm o localmente anche oltre e verso i 100 mm. In questi casi di previsione di fenomeni parossistici e violenti, la raccomandazione più utile è quella di evitare di mettersi in viaggio con macchine, non uscire per passeggiate e soprattutto evitare le strade prossime ai corsi d’acqua,  nonché gli avvallamenti stradali, sottopassaggi, verso cui possono affluire, senza controllo,  ingenti quantitativi di acqua piovana scaricati in unità di tempo ridotta. Piogge e temporali più irregolari sul resto del Nord, ma ugualmente a tratti forti.

 Nubi in aumento e locali rovesci o temporali anche verso le Marche settentrionali, il Nord e Nordest della Toscana; fenomeni possibili, ma più irregolari e localizzati, sull’Appennino centrale tra Umbria, Est Toscana, Nordest Lazio e altri ancora più a Sud ,verso l’Abruzzo, il Molise e fino ai settori interni Campani e Lucani.  Sul resto d’Italia, tempo in prevalenza asciutto, ampiamente soleggiato e anche molto caldo, soprattutto sui settori tirrenici, sul basso Adriatico, sulla Calabria e sulle Isole maggiori. 

Nella mattinata di domani, la redazione di MeteoWeb apporterà un ulteriore ultimo aggiornamento su questo consistente peggioramento al Nord, atteso tra domani sera e venerdì. Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: