Astronomia: cosa ci riserva Luglio 2020, dall’opposizione di Giove e Saturno alle congiunzioni

Astronomia: nuovo mese di osservazioni ed eventi, ecco cosa ci riserva Luglio 2020

MeteoWeb

Nuovo mese di eventi astronomici: ecco cosa ci riserva Luglio 2020, il settimo mese dell’anno in base al calendario gregoriano e il secondo dell’estate nell’emisfero boreale (dell’inverno nell’emisfero australe).

Il Sole il 20 passa dalla costellazione dei Gemelli a quella del Cancro.
La durata del giorno diminuisce di circa 45 minuti nel corso del mese.
La Terra il 4 luglio si trova all’afelio, a una distanza di 152.095.295 km dal Sole.

La Luna è in plenilunio il 5, Ultimo Quarto il 13, Novilunio il 20 e Primo Quarto il 27.
Il nostro satellite viene a trovarsi nel punto più lontano dalla Terra lungo la sua orbita (perigeo, 404200 km) il 12, e nel punto opposto (apogeo, 368366 km) il 25.

Rughudi vecchio
Credit: Massimiliano Pedi

Per quanto riguarda l’osservabilità dei pianeti del Sistema SolareMercurio tornerà visibile sul finire del mese sull’orizzonte orientale, prima dell’alba. Venere sorge circa un paio d’ore prima del Sole. Marte si può ammirare nella seconda parte della notte, è visibile sull’orizzonte orientale dalla mezzanotte. Giove e Saturno saranno protagonisti incontrastati nella costellazione del Sagittario: l’osservabilità sarà ottima per entrambi i pianeti, all’opposizione e alla massima luminosità, alla minima distanza dalla Terra, con un lungo intervallo di osservabilità. Le date “clou” per l’opposizione sono il 14 luglio per Giove e il 20 luglio per Saturno. Urano si può scorgere (per mezzo di telescopio) sull’orizzonte orientale dopo l’una di notte. Nettuno sorge in tarda serata ed è osservabile (per mezzo di telescopio) per gran parte della notte, prima a sudest, e con culmine a sud.

Congiunzioni:  Luna-Giove-Saturno il 5/6; Luna-Marte 11/12 luglio; Luna-Venere il 17; Luna-Mercurio il 19.

Volgendo lo sguardo al cielo in queste notti, quasi allo zenit, potremo subito scorgere 3 stelle brillanti il cosiddetto “Triangolo Estivo”, cioè Vega, Altair e Deneb, nelle costellazioni Lira, Aquila e Cigno.
Spostando lo sguardo in direzione sud, da ovest verso est potremo ammirare il Leone e la Vergine, poi la Bilancia e lo Scorpione. A sudest scorgiamo il Sagittario. A nord brillano l’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore, Cassiopea e Cefeo.