La cometa NEOWISE ora visibile ad occhio nudo dopo il tramonto: tutto quello che c’è da sapere su una delle comete più luminose degli ultimi decenni [INFO]

Da adesso, la cometa NEOWISE sarà visibile ad occhio nudo circa un’ora/un’ora e mezza dopo il tramonto: ecco tutte le info utili e i consigli per osservarla e fotografarla

MeteoWeb

Le notti di luglio stanno regalando agli astronomi e agli appassionati una spettacolare visione: l’ormai famosa cometa NEOWISE, scoperta di recente, sta attraversando il sistema solare per la prima volta in 6.800 anni.

Il 27 marzo di quest’anno, il telescopio spaziale Near-Earth Object Wide-field Infrared Survey Explorer (NEOWISE) della NASA ha scoperto questo visitatore dalla bellezza mozzafiato. Dall’inizio di giugno, la cometa NEOWISE (il cui nome ufficiale è C/2020 F3) sta incantando con la sua lunga coda e il suo nucleo altamente condensato.

Caratteristiche della cometa NEOWISE

Credit: Max Gallo

Dalla sua firma a infrarossi, possiamo dire che è ampia circa 5km e combinando i dati infrarossi con le immagini nella luce visibile, possiamo dire che il nucleo della cometa è coperto di particelle scure lasciate dalla sua formazione vicino alla nascita del nostro sistema solare 4,6 miliardi di anni fa”, spiega Joseph Masiero, vice ricercatore principale di NEOWISE, del Jet Propulsion Laboratory della NASA nella California meridionale.

Non è come una stella cadente, che passa velocemente nel cielo in un lampo di gloria mentre esplode nell’atmosfera terrestre. La cometa NEOWISE è molto lontana da noi (oltre 100 milioni di chilometri). Il 3 luglio, la cometa ha raggiunto il perielio (il punto della sua orbita più vicino al sole) e ora ha iniziato il suo lungo viaggio di ritorno verso le regioni esterne del sistema solare. Il passaggio ravvicinato al sole ha scaldato gli strati più esterni della cometa, producendo gas e povere dalla sua superficie ghiacciata e creando una grande coda di detriti. NEOWISE, tuttavia, è riuscita a sopravvivere.

Umbria. Credit: Olivier Coissard

La cometa NEOWISE sarà un oggetto interessante da osservare nel cielo ma non tanto quanto la cometa Hale-Bopp, che ha creato un bellissimo spettacolo nel 1997. Per essere visibile ad occhio nudo, un oggetto deve avere una magnitudine di 5-6. La luna piena, per esempio, ha una magnitudine di circa -12 (più bassa è la magnitudine, più luminoso è l’oggetto). Al 13 luglio, NEOWISE ha una magnitudine di 1.6. La cometa Hale-Bopp, invece, è stata una delle rare comete che hanno raggiunto una luminosità maggiore della magnitudine 0: è stata visibile all’occhio nudo per oltre un anno. NEOWISE, tuttavia, è più luminosa della cometa Halley, che ha attraversato il sistema solare nel 1986.

Come vedere la cometa NEOWISE

 

cometa neowise
Credit: NASA

NEOWISE ha iniziato ad allontanarsi dal sole ma ora è diretta verso la Terra, con l’approccio più ravvicinato che avverrà il 22 luglio. Finora la cometa è stata visibile meglio ad occhio nudo un’ora prima dell’alba, ma da adesso fino a metà agosto lo sarà circa un’ora/un’ora e mezza dopo il tramonto. Bisogna guardare nel cielo nordoccidentale, appena sotto il Grande Carro. “Da metà luglio in poi, si vede meglio come un oggetto serale, salendo sempre più in alto sopra l’orizzonte nordoccidentale. Il suo approccio più vicino alla Terra avverrà il 22 luglio, ad una distanza di circa 103 milioni di chilometri”, spiega la NASA. Poi ad agosto, la cometa e la Terra si separeranno, con il viaggiatore ghiacciato che continuerà nella sua orbita verso il sistema solare esterno.

Come fotografare NEOWISE

Credit: Satoru Murata

Molte foto della cometa NEOWISE la dipingono come un oggetto brillante, ma ad occhio nudo appare come una stella sfuocata con una debole coda. Tuttavia, un semplice telescopio o un binocolo possono svelare più dettagli. Molte delle immagini che circolano in rete sono state catturate su un lungo periodo di tempo da dispositivi zoomati sull’oggetto. Per scattare delle buone foto della cometa, è raccomandato l’uso di una lunga esposizione per permettere alla camera di catturare più luce, svelando così maggiori dettagli della cometa. Una foto con un’esposizione di 5-10 secondi dovrebbe essere sufficiente a catturare il bagliore della cometa e la sua lunga coda con dettagli che l’occhio umano non riesce a vedere.

Dopo aver lasciato il sistema solare, la prossima volta che la Terra vedrà NEOWISE sarà tra 6.800 anni. È sempre difficile prevedere quando una cometa di lungo periodo porterà un nuovo spettacolo nel cielo. Quindi assicuriamoci di approfittare di questa opportunità che NEOWISE ci regala prima che sia troppo tardi.

Arrivano le “Notti dei Giganti”: Giove e Saturno protagonisti in cielo, facilmente visibili ad occhio nudo