Coronavirus, Oms: Maggiore mortalità e sintomi più gravi per i fumatori

Sembra esserci un legame significativo tra il fatto che i pazienti fumino e la gravità della malattia contratta, il tipo di interventi ospedalieri richiesti e il rischio di morte dei pazienti

MeteoWeb

I fumatori che hanno contratto il Covid-19 hanno una maggiore mortalità e un maggior rischio di sviluppare sintomi gravi. Lo segnala l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms)in un rapporto scientifico pubblicato questa settimana. L’Oms ha esaminato 34 studi pubblicati sull’associazione tra fumo e Covid-19, tra cui la probabilità di infezione, ricovero in ospedale, gravità della malattia e morte e ha osservato che i fumatori rappresentano fino al 18% dei pazienti ospedalizzati con Coronavirus e che sembra esserci un legame significativo tra il fatto che i pazienti fumassero e la gravità della malattia contratta, il tipo di interventi ospedalieri richiesti e il rischio di morte dei pazienti.

Le prove disponibili suggeriscono che il fumo è associato ad una maggiore gravità della malattia e alla morte in pazienti Covid-19 ospedalizzati. Si raccomanda ai fumatori di smettere“, ha affermato l’Oms nel nuovo rapporto scientifico.