Coronavirus, Zaia: “Il balzo dell’indice RT non mi preoccupa, il problema sono i casi importati”

Il governatore Zaia: "Il dato che mi preoccupa sono i virus importati, e l'esempio più eclatante è quello dell'imprenditore rientrato dalla Serbia"

MeteoWeb

Il balzo dell’indice RT da 0,43% all’1,63% non mi preoccupa, perché in una realtà che ha una incidenza bassa come il Veneto basta qualche caso in più per far balzare il dato. Il dato che mi preoccupa sono invece i virus importati, e l’esempio più eclatante è quello dell’imprenditore rientrato dalla Serbia e i 6 contagiati, oppure quello della badante rientrata dalla Moldavia che ha causato altri 6 contagiati. Per questo è necessario avere il massimo di controlli per chi torna da altri Paesi“: lo ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia, oggi ospite di Tg Sky24.

C’è un po’ di senso di ‘festa della liberazione’ dopo mesi di restrizioni, il senso di responsabilità deve ancora imperare e dobbiamo ricordare che c’è ancora l’obbligo dell’uso della mascherina o quando ci sono assembramenti o quando sei nei locali,” ha ricordato Zaia. “Noi stiamo vivendo una fase di limbo, non possiamo dire che il virus non c’è più“.