Maltempo, estate di piogge senza precedenti in Sicilia alla faccia e dei profeti dell’allarmismo climatico

Maltempo, piogge senza precedenti in Sicilia: anche oggi accumuli pluviometrici abbondanti su gran parte dell'isola, per il 7° giorno nel mese che dovrebbe essere il più secco dell'anno

MeteoWeb

E’ un’estate mai vista in Sicilia per le piogge abbondanti e persistenti che stanno facendo esplodere una vegetazione verde e lussureggiante su gran parte dell’isola, provocando problemi quotidiani per allagamenti in molte città: alla faccia della siccità e della desertificazione che tanti profeti dell’allarmismo climatico paventano da anni per l’estremo Sud dell’Italia. Oggi pomeriggio, numerosi temporali hanno interessato varie aree dell’isola, colpendo soprattutto l’entroterra nisseno, ragusano, siracusano e catanese, sul versante occidentale dei monti Iblei, ma anche il palermitano, il messinese tirrenico e l’area etnea. Per molte località dell’isola è stato il 7° giorno di pioggia di questo mese di Luglio, come se fossimo in pieno autunno. Persino a Catania non aveva mai piovuto così tanto a Luglio, dopo che l’alluvione del 15 Luglio ha scaricato a Palermo 135mm di pioggia in due ore, il più grande quantitativo d’acqua mai caduto nella storia della città siciliana.

Il maltempo di oggi è degenerato in bombe d’acqua in varie località per diversi temporali: sono caduti 95mm di pioggia a Mazzarino, 70mm a Mirabella Imbaccari, 50mm a Comiso e Palazzolo Acreide, 47mm a Grammichele, 46mm a Piazza Armerina, 31mm a Caltagirone, 29mm a Santa Croce Camerina, 28mm ad Aragona, 25mm a Bagheria e Mazzarone, 24mm a Vittoria, 23mm a Termini Imerese, 21mm a Nunziata di Mascali, 19mm a Gela, Mascalucia e San Saba di Messina, 18mm a Riposto, 17mm a Villabate, 15mm ad Aidone, 14mm ad Acireale, 11mm a Ragusa, 7mm a Modica, 6mm a Butera e Valverde di Catania. Si tratta di fenomeni che hanno colpito località molto distanti geograficamente, frutto dell’instabilità determinata dall’aria fredda arrivata da Nord/Est: è infatti una serata molto fresca in tutta l’isola, con temperature abbondantemente inferiori rispetto alle medie del periodo. E non si tratta di un episodio isolato. In barba al global warming.