Un faro sulla missione Beyond di Luca Parmitano: “Battuto ogni record di attività extraveicolari e di tempo dedicato alla scienza”

ASI ed ESA accendono un faro sugli esperimenti italiani condotti durante la missione Beyond condotta dall'astronauta italiano dell'ESA Luca Parmitano

MeteoWeb

L’Agenzia Spaziale Italiana e l’Agenzia Spaziale Europea accendono un faro sugli esperimenti italiani condotti durante la missione Beyond condotta dall’astronauta italiano dell’ESA Luca Parmitano.
Ad un anno dalla partenza, le due agenzie spaziali hanno organizzato un collegamento da Houston con l’astronauta ed i responsabili, presenti in ASI, per fare il punto sugli esperimenti italiani realizzati durante la sua missione.

Ogni attività svolta nello spazio è un mattoncino nella costruzione del nostro futuro,” ha affermato il presidente dell’ASI Giorgio Saccoccia, aprendo il collegamento con l’astronauta. “Sono molto orgoglioso del lavoro che ha svolto Luca“.

Durante la missione Beyond “abbiamo battuto ogni record di attività extraveicolari (Eva) sulla Stazione Spaziale Internazionale, ne abbiamo realizzate ben e non era mai accaduto,” ha spiegato Parmitano. Tra queste, quattro attività extraveicolari sono state necessarie per le nuove batterie al litio, una per riparare un sistema elettrico andato in avaria e 4 per riparare Ams (il cacciatore di materia oscura) e tutte queste Eva “rappresentano un record assoluto e sarà difficile da battere“.
Parmitano ha sottolineato che anche le ore “dedicate alla scienza sulla Iss, agli esperimenti scientifici, sono state superate” durante la missione, “abbiamo battuto anche il record che era stato determinato nella missione precedente alla nostra“.