“La pandemia di Coronavirus può essere fermata ora, senza vaccino”. Intanto da Oxford arrivano ottime notizie

Le "misure di lockdown possono aiutare a ridurre la trasmissione, ma non possono fermarla", è necessario fare altro contro il Coronavirus

MeteoWeb

Possiamo fermare il Covid-19. Non dobbiamo aspettare il vaccino, dobbiamo fermare la pandemia ora”. Lo ha detto il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing a Ginevra. “Dobbiamo supportare e accelerare con il vaccino, ma dobbiamo anche salvare vite ora utilizzando gli strumenti che abbiamo“, ha aggiunto. Ribadendo che il tracciamento e’ “essenziale per trovare e isolare i contagiati e mettere in quarantena i loro contatti” e per prevenire i “focolai locali“. Le “misure di lockdown possono aiutare a ridurre la trasmissione, ma non possono fermarla“, ha aggiunto.

OTTIME NOTIZIE DAL FRONTE VACCINO

Intanto da Oxford arrivano ottime notizie: è stato sviluppato un vaccino da Astrazeneca in collaborazione con lo Jenner Institute dell’università di Oxford, con il coinvolgimento anche dell’azienda italiana Irbm, che sembra funzionare contro Covid-19. E’ sicuro e produce una risposta immunitaria contro la malattia, secondo i risultati delle prime fasi di sperimentazione pubblicati su ‘Lancet‘. Risultati molto promettenti, dunque, anche se ancora preliminari. Secondo il trial clinico in corso su 1.077 volontari adulti sani, il vaccino ChAdOx1induce una consistente risposta da parte di cellule T e anticorpi“, spiegano i ricercatori, sottolineando che la risposta immunitaria “potrebbe essere anche più forte dopo una seconda dose“, secondo i risultati di uno studio clinico su un piccolo sottogruppo di partecipanti, una decina di persone.

Boris JohnsonBoris Johnson ha commentato via Twitter come “molto positive” le notizie sui risultati dei primi trials sul prototipo di vaccino in via di sperimentazione. Il premier britannico ha rivolto “un enorme messaggio di ben fatto ai nostri scienziati e ricercatori di Oxford, brillanti e di livello mondiale”. Il successo e l’efficacia del vaccino “non sono ancora garantiti“, ha notato, “ma si tratta di un passo importante nella giusta direzione”.

E le congratulazioni sono arrivate anche dall’Oms: i risultati positivi dai test sul vaccino anti-covid effettuati a Oxford rappresentano “una buona notizia“, ha detto il direttore delle emergenze sanitarie Michael Ryan dell’Oms nel consueto briefing a Ginevra, che ha espresso ai colleghi dell’universita’ britannica le “congratulazioni per i progressi conseguiti”. Il fatto che il vaccino realizzato dall’universita’ britannica abbia prodotto una forte risposta immunitaria “e’ un risultato positivo, ma c’e’ ancora molta strada da fare. Ora dobbiamo passare a prove su larga scala”, ha aggiunto.