Previsioni Meteo, l’ondata di caldo entra nella fase “clou”: picchi di +42°C, ma attenzione anche ai temporali

Previsioni Meteo, focus con i dettagli sull'ondata di caldo che entra nella fase clou: temperature in ulteriore aumento in tutto il Paese, ma attenzione ai temporali sulle Alpi

MeteoWeb

Previsioni Meteo – Oggi si entra nel vivo della fase calda che persisterà per almeno 3-4 giorni, ma ancora molto caldo su diverse regioni meridionali fino a tutta domenica 2 agosto. Il promontorio anticiclonico a cuore caldo di matrice nordafricana, è già padrone del Mediterraneo centrale e di gran parte dell’Europa centro-meridionale con temperature già molto calde un po’ ovunque: sfiorati i 40°C nella giornata di ieri  è già in queste ore mattutine ci sono molti valori oltre i +32/+33°C e punte sui +35/+36°C. Le massime di oggi sono attese mediamente tra +33 e +37°C su molte aree pianeggianti da Nord a Sud, ma punte sempre più ricorrenti sui +38/+39°C e persino +40°C, in particolare in Calabria. Tra domani e sabato, arriveranno  isoterme, lungo la lingua di fuoco nel “core” anticiclonico, di almeno altri 2°C più alti. Ma non sarà solo caldo rovente. L’aumento esasperato della calura, incentiverà l’instabilità convettiva, soprattutto pomeridiana, con un fiorire di frequenti temporali sulle Alpi e sulle Prealpi, ma anche lungo la dorsale appenninica. Naturalmente, si tratta di fenomeni che localmente potranno essere anche forti o violenti,  seppure con distribuzione irregolare  e a incidenza, appunto, localizzata.  Ma vediamo più nel dettaglio quali aree potranno essere più interessate dal caldo più asfissiante e dai temporali, fino a sabato prossimo.

Circa la calura, tutta l’Italia sarà investita dall’onda calda nordafricana, con valori che da Nord a Sud saranno mediamente compresi tra +33 e +37°C sulle aree pianeggianti interne. Anche Sulla Pianura Padana, potranno raggiungersi punte massime di +37/+38°C.  Naturalmente, scendendo via via verso il Centro e poi al Sud, i valori estremi tenderanno ad aumentare ancora, con punte di +39°C diffuse tra Toscana e Lazio, anche fino a 40° nel Frusinate. +37/+38°C frequenti su tutte le aree pianeggianti interne del Sud e delle isole maggiori, ma punte estreme al Sud sui +40/+41°C, in particolare sul Foggiano, sul  Materano, sulle aree interne del Barese e del Tarantino, localmente sulle aree interne pianeggianti del Centro Nord Calabria,  su quelle interne centro meridionali siciliane e su quelle interne sarde.  Possibile valore estremo verso i +42°C, sul Cagliaritano interno occidentale, in Sardegna. Ma, lo abbiamo anticipato, nonostante la calura e l’alta pressione dominante, nelle ore pomeridiane andranno via via sviluppandosi, in maniera sempre più estesa, temporali convettivi, determinati, appunto, dal troppo calore e, però, anche da qualche lieve infiltrazione più umida e fresca in quota, questa in maniera più consistente sui settori alpini e prealpini.

Dunque, più temporali pomeridiani nelle ore più calde, già oggi su Alpi e Prealpi centro-orientali e localmente su quelle occidentali piemontesi, qualche raro temporale sul Gennargentu, in Sardegna. Sul resto dei rilievi, poco o nulla nella giornata odierna. Per domani, giovedì 30 luglio, insisteranno ancora temporali su Alpi e Prealpi un po’ tutte, qualcuno occasionale sulla bassa pianura piemontese e anche sulla pianura occidentale Emiliana, tra Piacentino e Parmense;  un temporale pomeridiano più consistente sulle aree interne sarde centro settentrionali, tra Oristanese e Nuorese, e qualcuno localizzato anche tra i rilievi meridionali molisani e quelli interni campani. Per la giornata di venerdì 31, temporali pomeridiani sempre su Alpi e Prealpi centro-orientali, ma attenzione a possibili temporali da calura anche sulla Pianura Padana, soprattutto tra il Sudest Lombardia, il basso Veneto e buona parte dell’Emilia Romagna. Temporali più diffusi sull’Appennino centro-meridionale, tra i settori interni Marchigiani, sull’Umbria, aree orientali laziali, su quelle interne abruzzesi, molisane fino a rilievi interni Campani e Lucani. Occasionali temporali sulle Murge tarantine e sui settori settentrionali della Sardegna. Infine, ancora a rischio di temporali pomeridiani nella giornata di sabato, primo agosto, in particolare sull’Appennino meridionali, tra i rilievi molisani, interni campani, lucani, interni pugliesi fino a quelli settentrionali calabresi;  temporali più localizzati e irregolari sul Centro Nord Appennino e su qualche pianura Romagnola, occasionali  sui rilievi occidentali piemontesi,  su quelli del Nord Veneto e sul Gennargentu, in Sardegna.