Robert De Niro sul lastrico a causa della pandemia di Coronavirus: ha perso tre milioni di dollari

La donna ha portato De Niro in tribunale perché si è vista ridurre il tetto massimo della sua carta di credito da 100 mila a 50 mila dollari

MeteoWeb

I conti di Robert De Niro sono in rosso a causa della pandemia di coronavirus. L’ex moglie Grace Hightower lo ha trascinato in tribunale per un aumento di fondi. La pandemia ha inferto un grave colpo a due attività dell’attore, la catena di ristoranti Nobu e il Greenwich Hotel di Manhattan. Secondo il suo legale Caroline Krauss, De Niro avrebbe perso tre milioni di dollari solo nel mese di aprile, per un totale di oltre cinque milioni dall’inizio dell’emergenza. De Niro e la Hightower sono stati sposati per undici anni prima di divorziare nel 2018. La donna ha deciso di portarlo in tribunale perché si è vista ridurre il tetto massimo della sua carta di credito da 100 mila a 50 mila dollari. “La decisione deriva dai suoi problemi finanziari“, ha specificato l’avvocatessa dell’attore. De Niro dovrebbe versare alla moglie alimenti per un milione di dollari all’anno, a patto che il suo reddito non scenda al di sotto del 15 milioni.