Allerta Meteo: ciclone sull’Adriatico, forte maltempo al Centro/Sud. Allarme temporali-bomba in Abruzzo, Molise e Puglia

Allerta meteo: ancora una giornata temporalesca, ma con fenomeni in concentrazione sulle aree centro meridionali, dove sta evolvendo il vortice instabile. Possibili fenomeni localmente anche violenti. Ecco le aree più colpite

MeteoWeb

Allerta Meteo – Il tempo continua a essere perturbato su diverse regioni italiane, a causa dell’azione di un vortice instabile nordatlantico il quale, in queste ore, si sta trasferendo verso le regioni centro-meridionali con fulcro depressionario sul medio-basso Adriatico. Dopo il maltempo spesso violento con diffusi dissesti e danni negli ultimi giorni, sulle regioni settentrionali avanza progressivamente l’alta pressione, con tempo che migliora in via generale, salvo qualche fenomeno residuo sulla Romagna.  Dunque, prospettive di instabilità, localmente anche accesa e intensa verso le aree centro-meridionali, ma soprattutto sui settori del medio e basso Adriatico. Il vortice instabile, infatti, genererà intense vorticità positive a tutte le quote proprio su queste aree, con occasioni per rovesci e temporali diffusi, spesso anche violenti,  a causa anche della grossa energia in gioco derivante dal caldo intenso degli ultimi giorni,  malgrado il divario termico verticale si sia già ampiamente smorzato.

Scendendo più nel dettaglio su quanto potrà accadere nel corso di oggi, mercoledì 5 agosto,  rileviamo, già in mattinata, rovesci e temporali diffusi e spesso forti  sui settori del medio Adriatico, in particolare tra il Maceratese, il Teramano,  poi il Pescarese, il Chietino, e giù fino alle coste molisane e del Gargano. I fenomeni più violenti, attualmente, sono presenti in prossimità delle coste, specie molisane, tra Vasto e Termoli, poi in intensificazione anche verso le coste settentrionali del Gargano.

Per tutt’oggi, questi medesimi settori, dapprima il medio Adriatico, poi verso il Nord della Puglia, Gargano, specie la sera, saranno tartassati da rovesci e temporali, lo ribadiamo, in alcune fasi anche violenti e con rischio di grandinate, nubifragi e anche occasionali trombe d’aria.  Ma fenomeni forti sono attesi anche nell’entroterra, soprattutto delle Marche meridionali, sull’Abruzzo centro  orientale, sul Molise orientale e poi giù fino alla Puglia; rovesci e temporali diffusi sulla Campania, specie nordorientale, sulla Lucania e fino a tutta la Calabria. Come visibile dalla mappa precipitazioni allegata, su tutti i settori citati è possibile mediamente pioggia irregolare e moderata, ma in diversi casi anche forte come sull’area Crotonese e del Cosentino e fenomeni forti anche sulla Puglia centro-meridionale, soprattutto tra il Barese interno, il Tarantino e sul Brindisino, anche qui con possibili fenomeni violenti e rischio di locali dissesti. Accumuli localmente, specie nelle aree più scure e verso il rosso, sui 40/50/70 mm , ma localmente anche verso i 100 mm, quindi con rischio di locali allagamenti. Sul resto delle aree circoscritte in colorazione verde, fenomeni irregolari e in prevalenza moderati. Altrove, sull’Italia, tempo più asciutto e più ampiamente soleggiato salvo qualche addensamento occasionale associato a rari rovesci o temporali, ma a incidenza decisamente localizzata. Temperature in ulteriore calo e sotto le medie ovunque,  anche fresche in Appennino, con massime sui +23/+27°C in pianura, solo localmente punte verso i +28/+29°C, come sulle isole maggiori, sul medio Tirreno, anche su Roma, e sul Sud della Puglia. Venti moderati o forti settentrionali sulle aree adriatiche, sul Centro Nord Appennino, sulla Toscana, sulle coste tirreniche centrali,  sul Tirreno in mare aperto e sui Canali e Mari delle Isole maggiori. 

Per monitorare il maltempo in atto, ecco le migliori pagine del nowcasting: