Tre persone annegate oggi nelle acque italiane: in un caso una adolescente è precipitata con il parapendio

Una ragazza di 17 anni è deceduta annegando in un canale sotto gli occhi del padre, mentre faceva parapendio

MeteoWeb

Un uomo di 36 anni e’ annegato stamani nelle acque antistanti la spiaggia libera a Tonfano Marina di Pietrasanta (Lucca). Portato a riva, il 36enne, straniero, e’ stato soccorso dai sanitari dell’automedica e della Misericordia di Capezzano Pianore ma e’ deceduto durante il trasporto all’ospedale Versilia. Il corpo senza vita dell’uomo e’ stato poi trasportato all’obitorio del nosocomio versiliese. Sul luogo dell’incidente, per gli accertamenti di rito, il personale della capitaneria di porto di Viareggio (Lucca).

Una ragazza di 17 anni, invece, è deceduta annegando in un canale. È accaduto nei pressi di Domodossola mentre stava facendo parapendio.  L’incidente è avvenuto sotto gli occhi del padre che l’attendeva al campo d’atterraggio. La vittima si era lanciata con il parapendio dalla stazione turistica di Domobianca, sulle montagne ossolane, e sarebbe dovuta atterrare nel campo volo in frazione Siberia di Domodossola. Ma qualcosa nel volo e’ andato storto. Secondo la prima ricostruzione la vela si sarebbe chiusa all’improvviso, la giovane e’ finita nel canale dove e’ annegata. Le cause dell’incidente sono al vaglio della Polizia domese e della Procura di Verbania.

Sono infine ancora poche le notizie riguardanti una tragedia consumatasi ad Arona, in provincia di Novara, sulla sponda piemontese del Lago Maggiore: un giovane, probabilmente minorenne, e’ annegato nelle acque del lago. Sul posto un equipaggio del 118 che non ha potuto fare altro che constatare il decesso.