Caso Viviana Parisi, il pianto e la disperazione del papà di Gioele: “Faccio un appello, fatevi avanti, chiamate la Polizia”

Caso Viviana Parisi, lo straziante appello del papà di Gioele: "Fatevi avanti, amo mio figlio e lo voglio trovare"

  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
/
MeteoWeb

Volevo fare questo appello: chiunque abbia visto qualcosa dopo l’incidente, nelle campagne, si faccia avanti e chiami la Polizia. Io amo mio figlio e lo voglio trovare“: è appello lanciato tra le lacrime da Daniele Mondello, il papà di Gioele, il bimbo di 4 anni scomparso dallo scorso 3 agosto insieme alla madre, Viviana Parisi, trovata morta sabato scorso sotto un traliccio. L’uomo si è rivolto a chiunque abbia visto qualcosa dopo l’incidente avvenuto il 3 agosto sulla A20 Messina-Palermo e a eventuali testimoni nelle campagne, dove si sono perse le tracce di madre e figlio.

Circa 70 persone tra vigili del fuoco, polizia, protezione civile, carabinieri e guardia di finanza stanno battendo la campagne di Caronia. Le ricerche, dopo alcuni video che attesterebbero la presenza del bimbo con la madre, si stanno concentrando nei luoghi vicini al ritrovamento per spingersi fino a dove, secondo i soccorritori, un bimbo di 4 anni impaurito poteva arrivare in una fitta boscaglia. Si stanno utilizzando anche cani molecolari e droni.