Caso Viviana Parisi, continuano le ricerche del piccolo Gioele: i Vigili del Fuoco esplorano la zona con cani e droni e ispezionano un pozzo

Si sta ispezionando un pozzo a poco meno di un km dal luogo del ritrovamento del corpo di Viviana Parisi ma fino a questo momento senza risultati

  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
/
MeteoWeb

Nella zona di Caronia (Me) continua senza sosta il lavoro dei Vigili del Fuoco per la ricerca del piccolo Gioele, il bimbo di quattro anni scomparso lo scorso 3 agosto insieme alla madre Viviana Parisi, la dj di 43 anni trovata poi morta l’8 agosto nei pressi dell’autostrada A 20 Messina Palermo. Sul posto il dispositivo di soccorso dei vigili del fuoco puo’ contare su unita’ specializzate nella topografia applicata al soccorso, squadre speleo, cani da ricerca, velivoli a pilotaggio remoto per monitorare dall’alto la zona di ricerca e personale qualificato Usar per esplorare con telecamere da ricerca le zone impervie e difficilmente accessibili come tane di animali selvatici e pozzi.

Viene ispezionato proprio un pozzo a poco meno di un km dal luogo del ritrovamento del corpo di Viviana Parisi ma fino a questo momento senza risultati.

Il Procuratore capo di Patti Angelo Vittorio Cavallo ha compiuto un nuovo sopralluogo  in un terreno vicino al luogo del ritrovamento della donna. I mezzi dei vigili del fuoco sono arrivati nella zona di Torre del Lauro a Marina di Caronia, a circa 400 metri dal luogo del ritrovamento, insieme al magistrato e la Polizia scientifica. “Non c’è nessuna novità”, dice senza aggiungere altro Cavallo, appena finito il nuovo sopralluogo in un terreno dove c’è un casolare. Per oltre due ore il magistrato ha partecipato al sopralluogo con la polizia scientifica e le unità cinofile della Polizia. Ad accompagnare Cavallo anche una unità Usar. Usati anche dei droni.