Caso Viviana Parisi, il legale: “E’ stato un tragico incidente, presentata querela per omissioni e ritardi”

Caso Viviana Parisi e Gioele Mondello, il legale: "Crediamo ad una fatalità, ad un tragico incidente, secondo gli elementi investigativi in nostro possesso"

  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
  • Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
    Viviana Parisi con il marito, Daniele Mondello
/
MeteoWeb

Noi crediamo ad una fatalità, ad un tragico incidente, secondo gli elementi investigativi in nostro possesso“: è quanto ha ribadito l’avvocato Pietro Venuti, legale della famiglia Mondello, in riferimento alla morte di Viviana Parisi, la 43enne trovata senza vita nei boschi di Caronia, nel Messinese, insieme al figlio Gioele, i cui resti sono stati trovati a poca distanza lo scorso 19 agosto.
Stamattina abbiamo presentato alla procura di Patti una querela contro ignoti per presunte omissioni sulla morte di Viviana Parisi, 43 anni e del figlio Gioele, 4 anni” e su “eventuali ritardi nella loro ricerche“, hanno precisato i legali della famiglia Mondello, Pietro Venuti e Claudio Mondello. “In particolare, chiediamo chiarimenti dal momento in cui Viviana ha avuto l’incidente stradale il 3 agosto fino a quando, cinque giorni dopo, è stato trovato il suo corpo e poi i resti probabili del figlio, il 19 agosto. Vogliamo che si indaghi per capire se da parte di chi ha assistito all’incidente ci sono stati omissioni. Magari qualcuno poteva aiutare Viviana e non l’ha fatto, e anche se dopo qualcuna l’ha avvistata tra le campagne di Caronia e non è intervenuto per darle aiuto. Poi vogliamo comprendere perché sono stati persi tanti giorni nelle ricerche e se ci sono stati ritardi. E nel caso, da cosa sono dipesi e da chi“.

L’autopsia del bambino sarà effettuata domani, dopo una nuova ispezione dei luoghi del ritrovamento.